Rustiche alla segale - Appunti di Gola

Rustiche alla segale

Pubblicato il: 27 settembre 2017

Argomenti: Pietanze

Tags: , , , ,

Detesto gli sprechi, detesto buttare qualsiasi cosa sia commestibile. Adoro recuperare, riusare, valorizzare. Per questo ad ogni rinfresco dell’amato “licoli” – la crema acida che uso come starter per la fermentazione del pane – gettare i 200g di quella roba bianca che potrebbe fare faville mi fa sempre soffrire.

Per questo stavolta ho sciolto il “resto” altrimenti sprecato con 100g d’acqua, ed ho aggiunto 200g di farina rimacinata intera di segale. Ho abbozzato un impasto a mano, poi l’ho fatto riposare in frigo per una giornata.

La sera ho manipolato il panetto con della semola e l’ho fatto riposare in forma di salametto per una mezz’ora a temperatura ambiente. Fatte le fette, le ho stese con la punta delle dita, come per la pizza, e le ho cotte in padella, rigilandole ogni minuto per tre o quattro volte.

Con una fetta di salame o di sopressa, un bicchiere di Prosecco Colfòndo potrebbero essere un’epifania.

  • rustiche alla segale - 0036
  • rustiche alla segale - 0037

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *