Ditalini di farro e zucca - Appunti di Gola

Ditalini di farro e zucca

Pubblicato il: 12 ottobre 2016

Argomenti: Pietanze

Tags: , , , ,

Dolce e invasiva, pare la zucca. Invece è un ingrediente versatile, che può piegarsi a molti utilizzi. Certo, la sua dolcezza di fondo va governata, ma il vincolo esalta il divertimento.

Qui ho passato la zucca al forno per un’ora a 200° e l’ho lasciata raffreddare. Ho prelevato la polpa con un cucchiaio, staccandola facilmente dalla scorza, e l’ho messa al fuoco con un bicchiere d’acqua. Appena ha preso calore e la giusta densità, quella di una vellutata, ho calato i ditalini di farro Monograno Felicetti, una referenza di certa riuscita e totale affidabilità oltre che una delle migliori versioni con l’antico cereale: provenienza umbra, selezione arcigna, lavorazione accurata.

In cottura ho sistemato il sale ed ho aggiunto un paio di fettine di radice di zenzero fresco, a perdere. Mescolando con delicatezza, ho poi versato in una stoviglia con i bordi alti, come una minestra asciutta.

Ho completato con un ciuffo di germogli di ravanello e barbabietola, e una pestata di fave di cacao, oltre a un’idea di pepe nero Sarawak.

Tutto in tavola con il Grillo di Nino Barraco.

ditalini-di-farro-alla-zucca-01-copia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>