OK

Risate in quarantena: 20 meme a tema food (e non solo)

Data pubblicazione 07.04.2020
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#

Siamo ancora qui, e chi sa ancora per quanto. Chiusi in casa in attesa del famoso picco: unici sfoghi, la cucina e i social network. Unica distrazione: provare a farci due risate. Ma non si può fare finta di niente, e visto che allora il pensiero sempre sull’emergenza Coronavirus torna, anche le battute e i meme intorno a quell’argomento girano. Ecco una raccolta del meglio delle ultime settimane.

  • 1. E tu, dove lo trovi il lievito?

    Guai a pubblicare le foto della pizza o del pane che avete fatto: prima nei commenti era tutto un “yum”, “buonooo”, “ricetta!”; ora se si fanno dei lievitati, si scatena l’invidia sociale per il solo fatto di essere in possesso di un bene ormai più raro dei diamanti: l'introvabile lievito.

  • 2. All’ultimo modulo

    Tra chiarimenti e nuove norme, il modulo per autocertificare lo stato di necessità che ci spinge a uscire di casa (comprare da mangiare è ok, ma per aver preso solo 3 bottiglie di vino una persona è stata multata) è cambiato così tante volte che ormai non ci stiamo più dietro.

  • 3. Contare le pecore, virus edition

    Con il cibo non si può solo cucinare, ci sono tanti modi per passare il tempo…

  • 4. L’Ultima Cena

    Quando è stata l’ultima volta che abbiamo mangiato fuori con gli amici? E chi se lo ricorda più. Girano sui social alcuni quadri rivisitati rispettando le norme del distanziamento sociale, questo è il più famoso e il più bello.

  • 5. Ogni scusa è buona

    Mascherina sì o no? Su internet si trovano alcuni metodi fai-da-te: alcuni di questi prevedono la carta da forno, che quindi è andata a ruba quasi come il lievito.

  • 6. Inquadrare la situazione/1

    In un altro video che è diventato virale (ops) negli ultimi giorni, si vedono una serie di quadri famosi, che stavolta non sono stati modificati: cambia solo il titolo, adattato ai tempi che viviamo. Il primo che vediamo, in originale è Natura morta con fruttiera, marzapane, sfoglie e caramelle, del modenese Eugenio De Giacomi.

  • 7. Inquadrare la situazione/2

    Questa è invece la Fruttivendola di Vincenzo Campi: l’immagine ben si adatta all’espressione “scendo a comprare due cosette al super”.

  • 8. Aspettativa vs realtà

    Un classico dei meme, in chiave apocalittica. Alzi la mano chi non è sceso a fare la spesa in abiti per così dire informali, come il Grande Lebowski.

  • 9. Quando tutto questo sarà finito…

    È la frase che ci stiamo dicendo più spesso. Ok, ma quando?

  • 10. Vincenzo De Luca meme star

    Il governatore della Campania è diventato protagonista di meme e video che fanno impazzire i social: il suo approccio ruvido, con misure più severe di quelle nazionali, fa supporre che non avrebbe problemi a controllare neanche Gesù Cristo in persona.

  • 11. Nipoti dei fiori

    Capelloni e barbuti: i Beatles l’hanno fatto per scelta, noi ci arriveremo per forza.

  • 12. Vieni a prendere un tè

    Dopo quella di contare i chicchi di riso o gli spaghetti, altre abilità e tecniche da affinare in cucina.

  • 13. Severamente vietato

    Non solo uscire di casa, ma anche misurarne le conseguenze.

  • 14. Eccesso di zelo

    Quando si esce, soprattutto quando si va in luoghi affollati come i supermercati, è consigliata la maschera e dei vestiti adatti a proteggersi? Qualcuno l’ha presa molto sul serio.

  • 15. Siamo tutti Mafalda


    Un messaggio di speranza… ma anche di rassegnazione.

  • 16. Chiarissimo

    Quando si può uscire di casa, e in che condizioni? Beh ci pensa il premier a spiegarlo con il suo nuovo decreto.

  • 17. Chi esce e chi no

    Non ci resta che confidare dei modi di dire. E nella caffeina.

  • 18. L’ennesimo decreto

    A un certo punto i decreti di Conte si susseguivano con una frequenza così fitta e con disposizioni così al limite dell’incomprensibile, che qualcuno ha ideato un generatore automatico.

  • 19. Buona Pasqua Presidente

    Ecco di nuovo De Luca: dopo aver stigmatizzato la vendita clandestina di zeppole di san Giuseppe il 19 marzo, con tanto di “crema al coronavirus” - espressione che ha fatto il giro di internet - ora una nuova festività con dolci tipici annessi preoccupa il governatore della Campania.

  • 20. Andrà tutto bene?

    No, non andrà tutto bene. Ne usciremo diversi. Come? Ancora non lo sappiamo, ma almeno una certezza la abbiamo: più larghi.

COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#