Tagliatelle al pesto di pistacchi e basilico - Appunti di Gola

Tagliatelle al pesto di pistacchi e basilico

Pubblicato il: 14 Settembre 2017

Argomenti: Pietanze

Tags: , , , ,

Tra le cose che danno soddisfazione in cucina e, maxime, a mangiare dopo, la pasta fresca. Ripiena, o semplice: di uova o d’acqua, con sughi o con salse, sempre si vince.

Qui ho impastato una parte di farina tenera tipo 0 con della semola di grano duro molita a pietra, un uovo intero ogni 100g. Dopo il riposo l’ho stesa con i rulli e trafilata con la trafila – e come altro – tenendo una misurina di spessore più del solito.

Mentre le tagliatelle lessavano allegramente in tanta acqua bollente ho frullato basilico, erba cipollina, aglio poco così e pistacchi, poco sale e un pizzichino di pepe nero. Lo so bene che così non è pesto, ma pestello non olet… e dunque mi sono arreso alla tennologia. Ho allungato con un cucchiaio d’acqua fredda, e montato con l’olio fino ad ottenere una consistenza vellutata e lucida.

Ho condito tutto a freddo nella bolla d’acciaio, bagnando con un cucchiaio d’acqua di cottura. Ho arrotolato la Torre in equilibrio precario, ho drippato l’avanzo sul fondo ed ho mandato in tavola con un bicchiere di Rocche del Gatto, Riviera Ligure di Ponente, vecchio mill’anni.

tagliatelle basilico e pistacchi - 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *