OK

Torta di noci dell’Engadina
#


La torta di noci dell'Engadina è un dolce tipico del cantone svizzero dei Grigioni. Un delizioso scrigno di pasta frolla che racchiude un ripieno di noci e caramello alla panna. Semplicemente perfetta per una pausa pomeridiana con una tazza di tè o di caffè, questa torta alle noci è ideale da servire come dessert per chiudere in dolcezza il pranzo della domenica o una cena tra amici.

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
45 MIN
TEMPO COTTURA
60 MIN
LUOGO RIPOSO
FRIGO
TEMPO RIPOSO
60 MIN
CALORIE
919 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 
Torta di noci dell’Engadina
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
45 MIN
TEMPO COTTURA
60 MIN
LUOGO RIPOSO
FRIGO
TEMPO RIPOSO
60 MIN
CALORIE
919 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
PER LA PASTA FROLLA
• 300 g di farina 00
• 180 g di burro a temperatura ambiente
• 120 g di zucchero a velo
• 2 uova
PER IL RIPIENO
• 150 g di zucchero
• 200 g di noci tritate
• 1 dl di panna densa
• 20 g di burro
• 2 cucchiai di miele
• 2 cucchiai di succo di limone
INGREDIENTI
PER LA PASTA FROLLA
• 300 g di farina 00
• 180 g di burro a temperatura ambiente
• 120 g di zucchero a velo
• 2 uova
PER IL RIPIENO
• 150 g di zucchero
• 200 g di noci tritate
• 1 dl di panna densa
• 20 g di burro
• 2 cucchiai di miele
• 2 cucchiai di succo di limone
INTRODUZIONE
Vanto della pasticceria svizzera, la torta di noci dell'Engadina è un dolce all'apparenza semplice e sobrio che conquista per la sua disarmante bontà. 
Pasta frolla, alla base di questa torta con noci e caramello alla panna: pochi ingredienti che i pasticceri engadinesi hanno combinato egregiamente: il risultato infatti è un ripieno morbido, ma consistente in un guscio che si scioglie in bocca.
Come sempre il nostro consiglio per una pasta frolla perfetta è lasciarle un adeguato tempo di riposo in frigorifero prima di stenderla e infornarla.
 
Come tutti i dolci ripieni di questo tipo, per esempio la classica apple pie, la tuorta da nusch, nome originale romancio della torta con noci engadinese, è ancora più buona se mangiata il giorno dopo essere stata preparata, i sapori e le consistenze si fondono perfettamente... E limitarsi a una sola fetta sarà arduo!
 
Le noci del ripieno la rendono tipicamente un dolce autunnale e invernale, come spesso lo sono quelli a base di frutta secca, come la Torta rustica di noci e caffè, la Crostata di noci all'arancia, la Torta di nocciole senza lievito. Ma i veri golosi sanno apprezzarla in ogni periodo, tanto più che tradizionalmente veniva preparata per essere conservata molto a lungo, anche un paio di mesi. Evenienza che ci sentiamo di poter escludere data la sua golosità.
 
Perfetta per una pausa pomeridiana con una tazza di tè o di caffè americano, deliziosa per chiudere in dolcezza il pranzo in famiglia o una cena informale, ma anche sostituto di una cherry pie al brunch domenicale, non resta che provarla!
 
ALTRE RICETTE GOLOSE: Crostata con crema di castagneTartelette al caramelloBrownies con nocciole e noci di macadamia, Torta ai marroni

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 1
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 1
1

Per preparare la torta di noci dell'Engadina partite dalla frolla. Mettete nella ciotola della planetaria la farina con il burro a pezzetti, aggiungete un uovo sbattuto con lo zucchero e lavorate l'impasto con il gancio a foglia fino a ottenere un composto liscio. Fatene una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigo per almeno 30 minuti.

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
1

Per preparare la torta di noci dell'Engadina partite dalla frolla. Mettete nella ciotola della planetaria la farina con il burro a pezzetti, aggiungete un uovo sbattuto con lo zucchero e lavorate l'impasto con il gancio a foglia fino a ottenere un composto liscio. Fatene una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigo per almeno 30 minuti.

Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 2
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 2
2

Trascorso il tempo di riposo imburrate e infarinate uno stampo per crostata di 24 centimetri di diametro. Stendete col mattarello poco più di metà della pasta a uno spessore di circa 3 mm, foderatevi lo stampo facendo risalire la pasta sul bordo e riponete in frigo sia lo stampo rivestito sia la pasta avanzata coperta dalla pellicola.

Nel frattempo mettete in un tegame antiaderente 75 grammi di zucchero con due o tre cucchiai di acqua, ponete sul fuoco medio alto finché inizia a caramellare. Abbassate quindi la fiamma e roteando spesso il tegame, per evitare che lo zucchero si bruci, lasciate che caramelli completamente. In un altro pentolino portate a bollore il resto dello zucchero con il miele, il succo di limone, il burro e la panna, quindi unitelo al caramello e mescolando bene riportate a bollore.

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
2

Trascorso il tempo di riposo imburrate e infarinate uno stampo per crostata di 24 centimetri di diametro. Stendete col mattarello poco più di metà della pasta a uno spessore di circa 3 mm, foderatevi lo stampo facendo risalire la pasta sul bordo e riponete in frigo sia lo stampo rivestito sia la pasta avanzata coperta dalla pellicola.

Nel frattempo mettete in un tegame antiaderente 75 grammi di zucchero con due o tre cucchiai di acqua, ponete sul fuoco medio alto finché inizia a caramellare. Abbassate quindi la fiamma e roteando spesso il tegame, per evitare che lo zucchero si bruci, lasciate che caramelli completamente. In un altro pentolino portate a bollore il resto dello zucchero con il miele, il succo di limone, il burro e la panna, quindi unitelo al caramello e mescolando bene riportate a bollore.

Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 3
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 3
3

Aggiungete le noci tritate grossolanamente, mescolate per qualche secondo in modo da amalgamarle perfettamente al composto e quindi togliete il tegame dal fuoco. Mentre il composto si intiepidisce lievemente stendete la pasta avanzata in un disco adatto a ricoprire la torta. Versate quindi il ripieno all'interno del guscio precedentemente preparato livellandolo bene.

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
3

Aggiungete le noci tritate grossolanamente, mescolate per qualche secondo in modo da amalgamarle perfettamente al composto e quindi togliete il tegame dal fuoco. Mentre il composto si intiepidisce lievemente stendete la pasta avanzata in un disco adatto a ricoprire la torta. Versate quindi il ripieno all'interno del guscio precedentemente preparato livellandolo bene.

Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 4
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 4
4

Ripiegate verso il centro la pasta che, intorno ai bordi, fuoriusciva dallo stampo, spennellatela con un po' d'uovo sbattuto allungato con un cucchiaio d'acqua e chiudete la torta con il secondo disco. Spennellate anche la superficie con l'uovo e cuocete in forno già caldo a 190° per 50 minuti.

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
4

Ripiegate verso il centro la pasta che, intorno ai bordi, fuoriusciva dallo stampo, spennellatela con un po' d'uovo sbattuto allungato con un cucchiaio d'acqua e chiudete la torta con il secondo disco. Spennellate anche la superficie con l'uovo e cuocete in forno già caldo a 190° per 50 minuti.

Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 5
Preparazione Torta di noci dell’Engadina - Fase 5
5

Quando la superficie della torta avrà assunto un bel colore dorato sfornatela e trasferitela dallo stampo a una gratella per dolci dove farla raffreddare. La torta di noci dell'Engadina è ancora più buona se mangiata il giorno successivo alla sua preparazione e si conserva per più giorni.

Come preparare: Torta di noci dell’Engadina
5

Quando la superficie della torta avrà assunto un bel colore dorato sfornatela e trasferitela dallo stampo a una gratella per dolci dove farla raffreddare. La torta di noci dell'Engadina è ancora più buona se mangiata il giorno successivo alla sua preparazione e si conserva per più giorni.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "TORTA DI NOCI DELL’ENGADINA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Dolci"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Cioccolato a parte, la Svizzera è nota per la ricchezza e la bellezza dei suoi dolci. Era un’antica tradizione quella delle casette di marzapane, dolci copie degli chalet, le importanti torte farcite con creme e montagne di panna montata oltre ai biscotti di tutti i gusti e di tutte le forme possibili.

This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Vigna del Volta
Vigna del Volta
Si presenta nel bicchiere di un colore ambrato brillante. Al naso svela albicocca e scorza d'arancia candita in primis, poi un bell'agrume. In bocca dà il meglio di sé: pieno, avvolgente, lungo ed estremamente bevibile, grazie anche a una buona acidità.
Capitolium
Un vino passito di colore giallo oro brillante con lievi riflessi ambrati. I profumi sono intensi, complessi, tipici del vitigno di provenienza; all'olfatto spiccano frutta a polpa gialla matura, miele, dattero, frutta candita e leggera vaniglia. Il sapore è dolce e vellutato, pieno, di buona struttura, armonico e molto persistente.
COMMENTA
#