OK

Cima di tacchino
#


La Cima di tacchino è un secondo piatto che trae ispirazione dalla gastronomia tradizionale ligure. Si tratta di una tasca ripiena, farcita con carne tritata di manzo, salsiccia e pistacchi, che viene cotta nel brodo di carne. Un secondo di carne freddo, molto appetitoso e perfetto per essere servito la domenica in famiglia accompagnato dal vostro contorno preferito.

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
1H E 30 MIN

 
CALORIE
261 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
Cima di tacchino
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
1H E 30 MIN

 
CALORIE
261 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 900 g di fesa di tacchino in un unico pezzo regolare
• 100 g di carne di manzo tritata
• 50 g di salsiccia
• 30 g di formaggio grattugiato
• 1 uovo
noce moscata
• 10 pistacchi sgusciati
• 1 cucchiaio di pangrattato
brodo di carne
• sale
pepe
INGREDIENTI
• 900 g di fesa di tacchino in un unico pezzo regolare
• 100 g di carne di manzo tritata
• 50 g di salsiccia
• 30 g di formaggio grattugiato
• 1 uovo
noce moscata
• 10 pistacchi sgusciati
• 1 cucchiaio di pangrattato
brodo di carne
• sale
pepe
INTRODUZIONE
La cima di tacchino è un interessante esempio di secondo piatto di carne, alternativo all'arrosto di tacchino, altrettanto gustoso e più scenografico. Si tratta di un un pezzo unico di carne, detto appunto cima ma anche tasca o punta, ripieno di carne trita di manzo, salsiccia, uova e pistacchi e poi cotto nel brodo di carne.
 
La ricetta per preparare questa tasca farcita si ispira direttamente a quella della cima ripiena un secondo piatto tipico della cucina ligure, e in particolar modo della città di Genova, nato come piatto povero preparato per il pranzo della domenica, utile anche a recuperare gli eventuali avanzi della settimana passata.
 
La preparazione può sembrare un po' laboriosa ma bastano pochi accorgimenti pratici per essere sicuri di portare in tavola un secondo piatto davvero indimenticabile: per evitare che si apra in cottura assicuratevi di non riempirla troppo e di punzecchiarla ogni tanto, mentre cuoce, con uno spillo o uno spiedino di legno. Se preparata il giorno prima di quando vorrete mangiarla, riuscirete a tagliarla con maggior facilità e servire così delle fette ben compatte e gradevoli da vedere.
 
Se poi volete provare altri secondi di carne sfiziosi e ripieni lasciatevi tentare dall'Arrosto di maiale ripieno di asparagi, amarene e pistacchi  o dalla Faraona ripiena di carciofi e salsiccia , oppure, perché no, da deliziosi involtini di carne, pesce e verdure. Irresistibile il Rotolo di pollo con mortadella, pistacchi e uvetta.
 
ALTRE RICETTE GUSTOSE: Petto di tacchino all'uva bianca, Tacchino di Natale, Cosciotto di tacchino con castagne e uva, Rotolo di tacchino con spinaci e scamorza

Come preparare: Cima di tacchino
Preparazione Cima di tacchino - Fase 1
Preparazione Cima di tacchino - Fase 1
1

Iniziate la preparazione portando a bollore,in una capiente casseruola, il brodo di carne nel quale farete cuocere la Cima di tacchino. In una terrina mescolate la salsiccia sminuzzata con il manzo tritato, il formaggio grattugiato, l’uovo, la noce moscata e i pistacchi. Salate, pepate e spolverizzate di pangrattato. Mescolate bene in modo che il composto si amalgami, dovrete ottenere un ripieno molto morbido. Praticate nella fesa di tacchino un’incisione lungo lo spessore in modo da ottenere una tasca. Salatela e pepatela all’interno.  

Come preparare: Cima di tacchino
1

Iniziate la preparazione portando a bollore,in una capiente casseruola, il brodo di carne nel quale farete cuocere la Cima di tacchino. In una terrina mescolate la salsiccia sminuzzata con il manzo tritato, il formaggio grattugiato, l’uovo, la noce moscata e i pistacchi. Salate, pepate e spolverizzate di pangrattato. Mescolate bene in modo che il composto si amalgami, dovrete ottenere un ripieno molto morbido. Praticate nella fesa di tacchino un’incisione lungo lo spessore in modo da ottenere una tasca. Salatela e pepatela all’interno.  

Preparazione Cima di tacchino - Fase 2
Preparazione Cima di tacchino - Fase 2
2

Farcite la tasca con il ripieno preparato, facendo attenzione a non riempirla troppo, perché in cottura la farcia si gonfia. Cucite l’apertura con del filo da cucina e mettete la carne nel brodo bollente. Lasciate cuocere per circa un’ora, la cima è cotta quando pungendola con un ago risulta tenera e non esce liquido.

Come preparare: Cima di tacchino
2

Farcite la tasca con il ripieno preparato, facendo attenzione a non riempirla troppo, perché in cottura la farcia si gonfia. Cucite l’apertura con del filo da cucina e mettete la carne nel brodo bollente. Lasciate cuocere per circa un’ora, la cima è cotta quando pungendola con un ago risulta tenera e non esce liquido.

Preparazione Cima di tacchino - Fase 3
Preparazione Cima di tacchino - Fase 3
3

Toglietela dal brodo e mettetela tra due piatti piani sui quali appoggerete un peso per farle prendere una forma regolar. Lasciatela raffreddare completamente anche per una notte intera. Tagliate a fette e servite la Cima di tacchino accompagnata a piacere da maionese o mostarda di Cremona.

Come preparare: Cima di tacchino
3

Toglietela dal brodo e mettetela tra due piatti piani sui quali appoggerete un peso per farle prendere una forma regolar. Lasciatela raffreddare completamente anche per una notte intera. Tagliate a fette e servite la Cima di tacchino accompagnata a piacere da maionese o mostarda di Cremona.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "CIMA DI TACCHINO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Secondi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'
I piatti di mezzo della cucina ligure non sono mai troppo semplici: il ligure imbottisce, mette in fricassea, frigge, stecca, arricchisce con riso, manda in umido e in stufato. La cima è un bell’esempio di tutto ciò: piatto ricco di ingredienti e sapori come pochi altri, ve ne sono diverse ricette che differiscono in alcuni ingredienti secondo i gusti.

This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Brodo di carne
Brodo di carne
A volte è bene partire dalle basi. E quale occasione migliore se non con il brodo di carne? Si tratta di una preparazione fondamentale in cucina, indispensabile per minestre, risotti, secondi di carne.
Lagrein
Si presenta con un rosso profondo e intenso che in alcune annate vira su note violacee. Il suo bouquet è molto intenso e largo, spazia dai frutti rossi e maturi alle violette, alle note speziate di erba fresca e cacao. Al palato il vino seduce con la sua personalità decisa, con i suoi tannini massicci e vellutati e con la sua gradevole pienezza, chiudendo poi con un finale lungo e avvolgente.
Rossese di Dolceacqua
Rossese di Dolceacqua
Rosso rubino, se invecchiato granato sui bordi. Al naso è intenso e continuo, si esprime in un bouquet largo ma composto e personale, con sentore di piccoli frutti rossi di bosco, ciliegia, rosa canina e spezie. Al palato è sapido, fresco ed elegante, caldo sul bel fondo amarognolo.
COMMENTA
#