OK
...

Sformato di groviera e parmigiano


preparazione  20 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#

Lo sformato di groviera e parmigiano è un delizioso antipasto che coniuga la delicatezza della sua consistenza al sapore inconfondibile di due tra i formaggi più apprezzati. Una ricetta realizzata con ingredienti semplici dal risultato raffinato.

CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 20 MIN
COTTURA 40 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 150 g di farina
  • 50 g di burro
  • 1/2 l di latte
  • 150 g di groviera grattugiata
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • 3 uova
  • pangrattato
  • burro
  • sale
Per portare in tavola un antipasto dal sicuro effetto lo Sformato di groviera e parmigiano è la ricetta ideale. Si tratta di un piatto con pochi  e semplici ingredienti: latte fresco, burro, farina, uova e formaggi. Il risultato finale è una delizia per gli occhi e il palato.
Può sembrare complicato ottenere uno sformato ben gonfio e soffice, ma se seguirete qualche piccolo accorgimento come montare bene gli albumi, cuocere in forno già caldo rispettando la temperatura indicata, senza mai aprire lo sportello, la soddisfazione finale è assicurata.
La versione proposta è arricchita da due formaggi tra i più amati, il Parmigiano Reggiano e il Groviera, o Gruyère dal nome del distretto svizzero in cui viene originariamente prodotto. Si tratta di formaggi dal sapore ricco e dall'aroma intenso che ben si sposano con la dolcezza del latte e del burro. Le verdure possono arricchire uno sformato, che può variare in flan o tortino a seconda degli ingredienti e delle preparazioni.

Tra le tante ricette di sformati da provare sicuramente lo Sformato di carote anche nella versione Flan di carote e nocciole con insalatina mista oppure il Flan di zucchine. Così come, per sapori più robusti, lo Sformato di carciofi e parmigiano o lo Sformato di topinambur.

Per altri gustosi antipasti adatti ad arricchire pranzi e cene delle prossime Festività, sfogliate la gallery con 25 antipasti facili e sfiziosi del nostro Speciale Natale.

[Thanks to FRIGO 2000 srl - High Performance Kitchen]

Come preparare: Sformato di groviera e parmigiano

Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 1
Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 1
1

In una casseruola antiaderente fate fondere il burro con la farina setacciata mescolando continuamente con una frusta in modo che non si formino grumi. Diluite il composto con il latte tiepido versato a filo e sempre mescolando portate a cottura, a fuoco dolce, in venti-venticinque minuti. 

Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 2
Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 2
2

Ritirate dal fuoco, salate, aggiungete la groviera e il parmigiano grattugiati e mescolate bene fino a quando i formaggi saranno sciolti e perfettamente amalgamati. Lasciate intiepidire aggiungete un tuorlo alla volta e infine gli albumi montati a neve, avendo l'accortezza di incorporarli delicatamente, con un cucchiaio di legno e lievi movimenti dal basso verso l'alto affinché il composto non perda di consistenza.

Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 3
Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 3
3

Il risultato finale dovrà essere un composto liscio e ben amalgamato. Imburrate 4 piccoli stampi e spolverateli con il pangrattato.

Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 4
Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 4
4

Versate l'impasto riempiendolo fino quasi al bordo e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti, e poi per ulteriori 8 abbassando la temperatura a 170° senza mai aprire lo sportello.

Preparazione Sformato di groviera e parmigiano - Fase 5
5

Gli sformatini dovranno apparire ben gonfi e dorati. Sfornate, lasciate riposare per un paio di minuti e servite subito.  

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "SFORMATO DI GROVIERA E PARMIGIANO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Secondi Piatti"
 
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Il mio Malvasia
La Malvasia Aromatica di Candia, proveniente da Creta, è arrivata a noi già da diversi secoli; è uno fra i vitigni più antichi e più aromatici al mondo. Fino a 30/50 anni fa veniva vinificato solo in dolce o amabile; oggi si è riscontrato che anche in secco dà ottimi risultati. Di colore giallo paglierino, molto profumato e con l’inconfondibile retrogusto amarognolo, è un vino molto potente, sia...
COMMENTA
#