OK
...

Polenta pasticciata con sugo finto


preparazione  15 min
ricetta  facile
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#

La polenta pasticciata con sugo finto è una ricetta facilesostanziosa, con un condimento molto saporito che vede protagonista un ragù vegetariano assolutamente da provare. Un piatto unico perfetto per quando le temperature si abbassano. 

 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
PREPARAZIONE 15 MIN
COTTURA 60 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 280 g di farina gialla
  • 1 litro di acqua
  • un cucchiaino raso di sale
  • 500 g di pomodori maturi
  • 2 gambi di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 ciuffo di basilico
  • 100 g di Grana Padano grattugiato
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
La polenta pasticciata con sugo finto è una ricetta facile, sostanziosa, perfetta per quando le temperature si abbassano. Un piatto unico che ha nel condimento la sua carta vincente. 

Il sugo finto è un ragù rustico e saporito senza carne, come il ragù vegetariano: molto diffuso nel Centro Italia, specialmente nelle Marche e in Toscana, si definisce anche sugo "povero" proprio per l'assenza di proteine animali. Una ricetta di tradizione contadina che vede protagonista un ricco "parterre" di verdure come carota, sedano, cipolla e pomodori, profumate con erbe aromatiche e cotte lentamente che funge qui da condimento per strati di polenta gialla e Grana Padano. 

In autunno e in inverno, non mancano piatti robusti con la polenta protagonista, come per esempio la polenta concia, arricchita con speck, Asiago e Puzzone di Moena. Se invece volete provare un'altra versione di ragù veggie, ecco il nostro ragù di lenticchie.  



ALTRE RICETTE GUSTOSE: Polenta concia finger food, Cestini di polenta con gorgozola e speck, Polenta fritta con aceto balsamico

Come preparare: Polenta pasticciata con sugo finto

Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 1
Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 1
1

Per preparare questa polenta pasticciata con sugo finto per prima cosa dedicatevi a quest'ultimo, visto che dovrà cuocere per circa un'ora. Lavate i pomodori e sbollentateli per un paio di minuti in una pentola piena d'acqua. Spellateli, privateli dei semi e riduceteli a piccoli dadini, recuperando il loro liquido passando gli scarti al setaccio. 

Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 1
Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 1
1

Tritate finemente il sedano, la carota, la cipolla, il prezzemolo e il basilico. In un tegame scaldate tre/quattro cucchiai d’olio, insaporitevi il trito di verdure per alcuni minuti. Aggiungete i pomodori e cuocete semicoperto a fuoco basso per circa un’ora.

Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 2
Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 2
2

Dedicatevi a questo punto alla preparazione della polenta. In una casseruola versate l'acqua tiepida, salatela e mescolando aggiungete a pioggia la farina. Continuate a mescolare per evitare la formazione di grumi e dopo 30-40 minuti la polenta dovrebbe essere cotta. In una casseruola o in una terrina, disponete sul fondo metà della polenta e metà del condimento, unendo abbondante Grana Padano grattugiato. 

Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 3
Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 3
3

Formate il secondo strato prima con la polenta e poi con il sugo restanti. Spolverate con altro formaggio a piacere.

Preparazione Polenta pasticciata con sugo finto - Fase 4
4

La polenta pasticciata con sugo finto è pronta per essere servita. 

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "POLENTA PASTICCIATA CON SUGO FINTO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
C’è anche la polenta incatenata, il nome è dovuto ai vari passaggi cui veniva sottoposta nelle case contadine della Lunigiana. A pranzo veniva consumata appena fatta, semiliquida con il pane; a cena, quella avanzata si mangiava “rappresa”, tagliata a fettine e fritta; il giorno dopo, le fette superstiti si gustavano con il sugo di pomodoro.


CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Bolgheri Rosso
Bolgheri Rosso
L’impatto olfattivo è intenso con note fruttate e balsamiche in predominanza con netti sentori di marasca e prugna. Completano il quadro aromi speziati e minerali. L’ingresso in bocca è fresco e sapido, con un dolce e pieno equilibrio tannico; il finale è composto e accompagnato da un netto ritorno.
Athesis
Di colore rosa tenue con riflessi pesca, perlage fine e persistente, esprime note fruttate di lampone con sentori piacevoli di lievito. Al gusto è secco, pieno, armonico.
COMMENTA
#