OK

Polenta pasticciata con il sugo finto
#


preparazione  40 min
ricetta  facile
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
TEMPO PREPARAZIONE 40 MIN
TEMPO COTTURA 1H E 40 MIN
CALORIE 613 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
Polenta pasticciata con il sugo finto
ESECUZIONE RICETTA FACILE
TEMPO PREPARAZIONE 40 MIN
TEMPO COTTURA 1H E 40 MIN
CALORIE 613 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  • 400 g di farina gialla
  • acqua
  • sale
  • 500 g di pomodori maturi
  • 2 gambi di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 ciuffo di basilico
  • 100 g di Grana Padano grattugiato
  • olio
  • sale
  • pepe
INGREDIENTI
  • 400 g di farina gialla
  • acqua
  • sale
  • 500 g di pomodori maturi
  • 2 gambi di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 ciuffo di basilico
  • 100 g di Grana Padano grattugiato
  • olio
  • sale
  • pepe
PROCEDIMENTO
Preparate la polenta: in una casseruola con il doppio fondo versate acqua tiepida, salatela e mescolando aggiungete a pioggia la farina. Continuate a mescolare con energia per evitare la formazione di grumi e dopo 30-40 minuti la polenta dovrebbe essere cotta. Preparate il sugo: tritate finemente il sedano, la carota, la cipolla, il prezzemolo e il basilico. In un tegame scaldate tre-quattro cucchiai d’olio, insaporitevi il trito di verdure per alcuni minuti, poi aggiungete i pomodori spellati, privati dei semi e passati al setaccio, sale e pepe. Cuocete semicoperto a fuoco basso per circa un’ora. In una terrina disponete la polenta a strati alternandola con sugo e Grana Padano grattugiato. Servite ben caldo.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "POLENTA PASTICCIATA CON IL SUGO FINTO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
C’è anche la polenta incatenata, il nome è dovuto ai vari passaggi cui veniva sottoposta nelle case contadine della Lunigiana. A pranzo veniva consumata appena fatta, semiliquida con il pane; a cena, quella avanzata si mangiava “rappresa”, tagliata a fettine e fritta; il giorno dopo, le fette superstiti si gustavano con il sugo di pomodoro.


This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Bolgheri Rosso
Bolgheri Rosso
L’impatto olfattivo è intenso con note fruttate e balsamiche in predominanza con netti sentori di marasca e prugna. Completano il quadro aromi speziati e minerali. L’ingresso in bocca è fresco e sapido, con un dolce e pieno equilibrio tannico; il finale è composto e accompagnato da un netto ritorno.
Athesis
Di colore rosa tenue con riflessi pesca, perlage fine e persistente, esprime note fruttate di lampone con sentori piacevoli di lievito. Al gusto è secco, pieno, armonico.
COMMENTA
#