OK

Polenta pasticciata alla valdostana
#


VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
10 MIN
TEMPO COTTURA
15 MIN

 
CALORIE
802 CALORIE
PORZIONI
4 PORZIONI

 

 
Polenta pasticciata alla valdostana
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
10 MIN
TEMPO COTTURA
15 MIN

 
CALORIE
802 CALORIE
PORZIONI
4 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 350 g di polenta pronta
• 300 g di fontina
• 80 g di formaggio grattugiato
• 80 g di burro
• sale
pepe
INGREDIENTI
• 350 g di polenta pronta
• 300 g di fontina
• 80 g di formaggio grattugiato
• 80 g di burro
• sale
pepe
PROCEDIMENTO
Tagliate la polenta, che deve essere piuttosto soda, a fettine. Tagliate a fettine anche la fontina. In una pirofila imburrata disponete uno strato di polenta, sopra mettete la fontina, spolverizzate di formaggio grattugiato e distribuite alcuni fiocchetti di burro. Continuate a fare strati alternati finendo con uno di polenta. Cospargete con alcuni fiocchetti di burro e un pizzico di pepe. Passate in forno preriscaldato a 180°, lasciate gratinare.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "POLENTA PASTICCIATA ALLA VALDOSTANA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Primi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Tra le caratteristiche distintive della cucina della Valle d’Aosta ci sono l’impiego notevole del burro (diminuito nel secolo scorso per motivi salutistici) e il consumo di formaggi, primo tra tutti la fontina. Ingredienti che ritroviamo in questo semplice e gustoso piatto, forse il più famoso della Valle, dove l’incomparabile fontina dà sapore, profumo, morbidezza e... fila che è un piacere. C’è chi preferisce “pasticciare” la polenta con la toma, una variante squisita. Si tratta di uno splendido piatto da gustare in uno dei tanti localini o rifugi della Valle, in buona compagnia.

This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Mayolet
Colore rosso rubino tendente al granato; caratteristici i sentori varietali di confettura e spezie dolci (tabacco) ben amalgamate alle note speziato-vanigliate acquisite in affinamento. Strutturato e ben equilibrato.
Brut Metodo Classico Caronte
Il colore è rosato, con riflessi ramati, perlage fine e persistente. Sentori olfattivi che si aprono con una dolce sensazione di glicine seguono eleganti sensazioni di agrumi. Nette sensazioni di frutti di bosco si fondono a un piacevole retrogusto di amigdala. Grande freschezza sorretta da un'equilibrata mineralità.
COMMENTA
#