OK
...

Ossibuchi alla milanese


preparazione  15 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 15 MIN
COTTURA 1H E 15 MIN
CALORIE 337 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 4 ossibuchi (tagliati dal muscolo posteriore del vitello)
  • 50 g di burro
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • farina
  • sale
  • pepe.
  • PER LA “GREMOLADA”:
  • buccia di 1/2 limone
  • prezzemolo
PROCEDIMENTO
In una casseruola lasciate fondere il burro, insaporitevi la cipolla finemente tritata e, quando è diventata trasparente, adagiatevi gli ossibuchi infarinati, fateli colorire a fuoco vivace da entrambe le parti, salate e pepate. Dopo 2 minuti spruzzateli con il vino, fatelo evaporare, cospargeteli con sedano e carota tritati, copriteli a filo con acqua fredda e cuoceteli per 30 minuti. A questo punto unite il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua tiepida, mescolate e cuocete ancora 30 minuti.

Preparate la “gremolada” tritando la buccia (solo la parte gialla tagliata sottilmente) del limone e un ciuffo di prezzemolo, cospargete il trito sugli ossibuchi e lasciate scaldare per 5 minuti. Disponete gli ossibuchi al centro del piatto da portata caldo e intorno distribuite il risotto. Servite subito.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "OSSIBUCHI ALLA MILANESE"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Per quanto riguarda la “gremolada” in alcuni libri si leggono ricette che prevedono oltre al limone e al prezzemolo anche un’acciuga. Bene, alcuni esperti considerano la sua presenza un vero “attentato” gastronomico. Gli ossibuchi, come piatto del territorio, andrebbero serviti su una base di risotto alla milanese (ricetta a pag. 96).


CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Dolcetto d'Alba
Colore rosso rubino intenso con riflessi violacei. Profumo vinoso, fruttato e fragrante, con note che richiamano la ciliegia matura. Sapore secco, pieno, gradevolmente mandorlato.
Nero
La famiglia Fiamberti ha selezionato le esposizioni e i cloni, ha sperimentato i diversi gradi di maturazione e, durante questa mai finita ricerca di qualità, ha prodotto Nero. In questo vino si apprezzano le note tipiche del vitigno Pinot Nero, ma dal corpo pieno e strutturato, elevatosi in piccole botti. Il colore è rosso rubino scarico, il profumo ricorda i piccoli frutti rossi, il sapore è...
COMMENTA
#