Sponsored by

Picnic vintage sul lago

Opel Crossland X ci ha accompagnato in una gita sul lago. Un’occasione speciale, come un compleanno o una rimpatriata tra amici, è infatti la scusa, architettata con anticipo, per un picnic a tema vintage. Destinazione? Una villa a due passi da Milano, in una cascina storica circondata da natura e immersa nella pace. Non perdetevi i nostri suggerimenti: tante ricette buonissime e idee semplici ma originali per un allestimento retrò.

Dopo il picnic hygge a Crespi d’Adda e quello romantico nel bosco, vi portiamo sul lago per un pranzo bohémien diverso dal solito, da condividere con la famiglia o con gli amici. I nostri consigli si possono adattare anche a un giardino di casa in cui potete organizzare un pranzo pensato come un vero e proprio evento, ideando una scenografia chic e studiata nei particolari. Insomma, non è necessario macinare troppi chilometri. L’importante? Ricreare una cornice curata ed elegante, utilizzando oggetti vecchi in modo nuovo.

Seguite le nostre ispirazioni: circondati dalla natura e dalla pace di un angolo idilliaco alle porte di Milano, abbiamo imbandito a Cascina Boscaccio una tavola ricca e gioiosa, con qualche tocco vintage. Tra fiori freschi e prelibatezze, venite con noi per rivivere una giornata spensierata e un picnic che vi farà tornare indietro nel tempo.

Il luogo: una villa a pelo d’acqua

L’appuntamento per il nostro pranzo informale sull’erba è a Cascina Boscaccio, nel comune di Gaggiano, attraversato dal Naviglio Grande e appena fuori Milano. Con la nostra Opel Crossland X, che unisce estetica e praticità, abbiamo attraversato un lungo viale alberato, che ci ha dato il benvenuto nella tipica cascina lombarda di origine settecentesca a corte rettangolare chiusa. La particolarità del luogo consiste nell’affaccio sulle sponde dello scenografico lago Boscaccio, specchio d’acqua artificiale, che circonda per tre quarti gli edifici della cascina. Siamo in un ambiente davvero suggestivo, dove è possibile godere del silenzio e di un paesaggio unico. Abbiamo scelto questo scenario dal grande impatto naturalistico, in quanto è l’ideale per rilassarsi, dimenticando i rumori della città.

Prima di dirigerci qui, avendo del tempo a disposizione, abbiamo visitato la vicina Abbazia di Morimondo, complesso monastico cistercense, di indiscutibile fascino, fondato nel 1136 e a soli 20 minuti da Cascina Boscaccio. Vi sembrerà di entrare in un piccolo mondo, quasi da cartolina: il borgo sorto a ridosso dell’abbazia è stato coinvolto nell’azione di recupero. Le poche case, come i vicoli e la piazzetta, le cascine e le pertinenze del monastero costituiscono un complesso omogeneo nella calda tonalità del cotto. Tra il cielo sopra il Ticino, il verde di orti, prati e boschi, e l’abbazia che è il cuore di tutto, qui la felicità è una cosa semplice.

Altre eventuali deviazioni poco distanti che vi suggeriamo interessano il centro storico di Gaggiano, dove non potete perdere il Santuario di San Invenzio, eretto nel XVII secolo e fino al 1990 unica chiesa del borgo, che conserva al suo interno un prezioso altare barocco.

Quando il languorino ha iniziato a farsi sentire ci siamo diretti verso il luogo prescelto. Accolti da un tiepido sole abbiamo parcheggiato la nostra Opel Crossland X e dal bagagliaio, molto spazioso e con piano regolabile su due altezze, abbiamo scaricato tutto l’occorrente per realizzare il picnic: cestini in vimini, tovaglia e tessuti fiorati, morbidi cuscini, taglieri, bancali in legno e una valigia d’epoca. Dal tunnel posto tra i sedili posteriori abbiamo infine estratto la piccola tenda indiana con cui abbiamo allestito uno spazio relax.

La Opel Crossland X, un SUV che unisce estetica e praticità in dimensioni compatte. Sullo sfondo l'Abbazia di Morimondo.

Lo stile

La tavola del picnic vintage: pallet di legno ricoperti di tovaglie fiorate e tante prelibatezze finger food.
Per creare una dimensione allegra abbiamo giocato con un mood vintage, una tendenza contemporanea che mescola richiami e oggetti del passato, con un approccio creativo. Così, sul prato, all’ombra di grandi alberi affacciati su lago Boscaccio, abbiamo posizionato due pallet in legno che abbiamo ricoperto con teli fiorati da abbinare a tovaglioli in tessuto o in carta coerenti con la fantasia scelta. In alternativa potete usare anche dei fondi di legno chiaro, che vi serviranno come supporto per il vostro picnic. I bancali offrono la possibilità di creare con poco una nota chic di sostegno, in materiale caldo e naturale, una sorta di tavolo anticonvenzionale perfetto ad ospitare le tante bontà per un picnic come il nostro. Una sorta di salotto en plein air.

Ecco pronta la nostra tavola, che abbiamo arricchito con fiori freschi in vasi di vetro; potete optare per delle rose, che fanno sempre la loro scena. Preferite i colori tenui, come il rosa, che si accordano bene a materiali raffinati come porcellane retrò, con fantasie botaniche. Attorno? Teli in tono su cui abbiamo adagiato soffici cuscini color crema, qualche cestino con canovacci ripiegati, borse di paglia con fiori di campo raccolti intorno alla cascina. Il dettaglio in più? Una valigia d’antan, dentro la quale abbiamo adagiato una radio d’epoca. Il risultato è un juke-box prêt-à-porter che vi farà entrare in un baule delle meraviglie che sembra uscito da una vecchia soffitta. Altri particolari? Nella scena, abbiamo portato una tenda in stile indiano, in cotone color bianco panna, all’interno della quale dei cuscini accolgono chi vuole distendersi.

Potete inoltre ricavare un angolo incantevole addobbando una scaletta bianca con cappelli di paglia e boccette con fiori freschi. Qua e là potete inserire anche delle lanterne, che fanno atmosfera. Tornando alla tavola scegliete stoviglie piccole e chic come bicchieri in vetro con decori, piccole posate, piattini, vassoi e taglieri in legno.

La valigia d'antan in cui riporre tessuti, cuscini e una radio d'epoca per un'atmosfera d'altri tempi.

Cucina & co.

Per un ritrovo conviviale tra amiche che punta su sapori genuini e pratici abbiamo preparato un mix di cibi prettamente finger food, ad eccezione di un’insalata di cereali servita in monoporzioni. A seconda del vostro gusto potete scegliere tra insalata di farro, pomodori, olive e pecorino, farro e miglio con pomodori, zucchine e semi di girasole nel barattolo o ancora un'insalata di edamame e quinoa, che si prepara molto velocemente ed è un piatto unico per un pranzo leggero. Per non parlare delle infinite varianti con il riso, che piacciono a tutti. Via libera a lievitati come grissini, schiacciate, crackers, con cui accompagnare salumi e salsine colorate e gustose, come hummus, tzatziki e guacamole. Un bel tagliere di formaggi misti stagionati farà poi la gioia dei più golosi. Immancabili in ogni picnic, non rinunciate alle torte salate, disponibili in tante ricette veloci e versatili, come quella di pomodori, zucchine e scamorza. Non possono poi mancare delle focacce farcite con salumi o verdura, che potete avvolgere in carte colorate. Occhio a portare con voi una borsa frigo in modo da mantenere tutte le leccornie più delicate alla giusta temperatura. Nota dolce finale: come dire di no alle crostatine panna e lamponi o a una bella fetta di anguria o melone. Da bere? Succhi e acque aromatizzate, servite in brocche minimaliste, da sorseggiare tra un boccone e l’altro.
Apri slideshow
Una visione dall'alto del nostro picnic.
Picnic vintage sul lago
Mood retrò per la tavola: piattini di porcellana, bicchieri di vetro, piccole posate.
Picnic vintage sul lago
Un dettaglio sul cestino da picnic con panini imbottiti.
Picnic vintage sul lago
Ecco il capiente bagagliaio della Opel Crossland X con tutto l'occorrente per allestire un picnic memorabile.
Picnic vintage sul lago
Fresche insalate di riso e cereali per un pranzo leggero in pratici vasetti monoporzione.
Picnic vintage sul lago
Una visione d'insieme: la tavola imbandita, realizzata con pallet di legno e circondata da ampi teli fiorati per sedersi sul prato e godersi una giornata indimenticabile.

La ricetta per questo picnic

Per il picnic vintage sul lago vi suggeriamo di preparare la torta salata alla diavola, una ricetta molto gustosa grazie a una farcia semplice ma saporita e che si prepara in poco tempo. Il salame unito al peperoncino dà a questo piatto veloce e semplice da fare un po' di piccantezza. La provola affumicata dona invece un sapore dolce. La leggerezza? In questo caso abbiamo dato più importanza al gusto!

Ispirazioni per un picnic romantico nel bosco