OK
...

Torta di uova e carciofi alla toscana


preparazione  20 min
ricetta  facile
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
PREPARAZIONE 20 MIN
COTTURA 30 MIN
CALORIE 256 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 6 uova
  • 4 carciofi
  • burro
  • maggiorana (oppure prezzemolo)
  • farina
  • olio
  • sale
  • pepe
PROCEDIMENTO
Eliminate le foglie esterne più dure dei carciofi (devono rimanere solo quelle bianche, tenere), tagliateli a spicchi e infarinateli. In una padella scaldate l’olio, friggetevi i carciofi, ritirateli con la paletta forata e asciugateli su carta assorbente da cucina. Mettete da parte. In una ciotola sgusciate le uova, sbattetele con una forchetta, regolate il sale e il pepe e unite la maggiorana tritata continuando a mescolare. Imburrate una pirofila, disponetevi gli spicchi dei carciofi, salateli leggermente e versatevi sopra le uova sbattute. Mettete in forno caldo a 180° e cuocete per quindici minuti o fino a quando la superficie del tortino risulti gonfia e croccante. Ritirate il tortino e servite.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "TORTA DI UOVA E CARCIOFI ALLA TOSCANA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Secondi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Quella dei tortini con le uova e le verdure è una tradizione della gastronomia toscana. L’alternativa ai carciofi possono essere melanzane, patate, zucchine o i tipici “gobbi”, ovvero i cardi interrati in modo da risultare piegati, “gobbi” appunto, e da imbiancare perdendo il loro sapore amaro. Si possono aggiungere, a piacere, salsicce o pancetta, sempre insaporendole nell’olio prima di unirle alle uova. Si usa anche cuocere il tortino sui fornelli, e non al forno, proprio come una normalissima frittata.

CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
La Solatia
La Solatia
Il vino si presenta giallo paglierino intenso con lievi riflessi dorati. Al naso ha un intenso impatto, fruttato con note di pera e prugna verde. Ad arricchire il bouquet contribuiscono decisi sentori di pasticceria e un finale caratterizzato da piacevoli sensazioni minerali. Al palato emergono ancora i caratteri tipici del vitigno, con sentori fruttati di pera in primo piano e un grande...
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico
Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico
Giallo paglierino con riflessi verdognoli, all'olfatto risulta fresco, fragrante, persistente con sentori di mandorle amare. Il sapore è secco, morbido, floreale con retrogusto amarognolo.
COMMENTA
#