OK
...

Spaghetti alla carbonara


preparazione  20 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#

Gli spaghetti alla carbonara sono un classico primo piatto della cucina italiana. Una ricetta amatissima che genera però sempre molte discussioni, perché ognuno ne ha una propria versione. Questa è la nostra, che siamo certi vi darà grande soddisfazione!

 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 20 MIN
COTTURA 10 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 320 g di spaghetti
  • 300 g di guanciale stagionato
  • 5 tuorli
  • 50 g di pecorino romano DOP a Buccia Nera grattugiato
  • sale
  • pepe
Gli spaghetti alla carbonara sono un grande classico della cucina italiana. Una ricetta che mette tutti d'accordo nel momento in cui la si celebra e che invece divide quando si tratta di prepararla. Basta vedere in rete: chef famosi (e non) propongono la loro variante, così come in tanti ne hanno una propria versione, magari tramandata in famiglia. 
La nostra ricetta s'ispira a quella più tradizionale possibile, almeno nella scelta degli ingredienti, che sono: guanciale, pecorino romano DOP, tuorlo d'uovo, pepe macinato fresco e spaghetti. Ecco a cosa prestare attenzione per non sbagliare:

1) Guanciale: dando per scontato che la pancetta o il bacon non si devono nemmeno prendere in considerazione, anche la scelta del guanciale è importante. Acquistatene un pezzo intero, non già ridotto a cubettini o affettato. Come proporzione, il guanciale deve avere circa lo stesso peso della pasta. Levate la cotenna ed eliminate le parti con gli aromi: rischiano di dare troppa sapidità. Poi tagliatelo a cubetti non piccoli, di circa 1 cm per lato: in questo modo al momento della cottura la carne non si seccherà, rimanendo caramellata fuori e burrosa all'interno. 

2) Pecorino romano DOP: è un ingrediente imprescindibile di tanti piatti della cucina romana, tipo la gricia. Noi abbiamo optato per un pecorino romano DOP stagionato a Buccia Nera: ha un gusto rustico e salato, ideale per esaltare questo piatto.

3) Tuorli: in questa ricetta usiamo 5 tuorli per 4 persone. Abbiamo sbattuto i tuorli in una ciotola a bagnomaria, compiendo una specie di pastorizzazione: in questa fase è importante che la temperatura dell'uovo non superi i 60°/65° altrimenti potrebbe stracciarsi.

4) Spaghetti: l'ideale sarebbe usare una pasta artigianale di ottima qualità. Se optate come noi per gli spaghetti, scegliete un calibro medio: per garantire una buona mantecatura con la salsa di tuorli non si prestano né quelli troppo piccoli (esempio i n.5) né quelli troppo grandi. 

Seguendo queste indicazioni e la nostra ricetta avrete una carbonara che vi soddisferà pienamente!
 
ALTRE RICETTE GUSTOSE: Carbonara di verdure, Carbonara di pesce, Carbonara di zucchine


 

Come preparare: Spaghetti alla carbonara

Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 1
Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 1
1

Ecco come preparare gli spaghetti alla carbonara: per prima cosa pulite il pezzo di guanciale, eliminando la cotenna. Tagliate a cubetti il pezzo di guanciale e metteteli a rosolare in un'ampia padella. Non serve olio, in quanto il guanciale rilascerà il suo grasso durante la cottura. Una volta che il guanciale ha preso colore spegnete il fuoco e conservate il grasso in eccesso. 

Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 2
Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 2
2

Dedicatevi ora alle uova, di cui userete solo i tuorli: sbatteteli in una boule di metallo con il grasso del guanciale filtrato con un colino. Portate a bollore dell'acqua in una pentola. Appoggiate la ciotola sul bordo della pentola e lavorate i tuorli con una frusta a bagnomaria. Aggiungete il pecorino e continuate a mescolare. Togliete dal fuoco: se vi accorgete che la salsa ottenuta è troppo densa unite qualche cucchiaio di acqua calda, al fine di ottenere un composto lucido e cremoso. 

Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 3
Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 3
3

Lessate gli spaghetti al dente in acqua non troppo salata (il condimento è già molto sapido) e uniteli al guanciale. Fate insaporite per un paio di minuti sul fuoco e trasferite il tutto in una zuppiera capiente. A questo punto aggiungete la crema di tuorli, il pepe nero e amalgamate bene. 

Preparazione Spaghetti alla carbonara - Fase 4
4

Porzionate nei piatti da portata e completate con del pecorino e una spolverata di pepe nero. Gli spaghetti alla carbonara sono pronti per essere serviti. 

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "SPAGHETTI ALLA CARBONARA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Diverse sono le storie all’origine del titolo del piatto. Quella più credibile si riferisce al modo di condire la pasta (uova, pancetta, pecorino) degli uomini che lavoravano sui monti laziali "facendo" carbone di legna. Durante l’occupazione tedesca i moltissimi romani che sfollarono sulle montagne impararono questo nuovo modo di condire e, una volta tornati in città, la moda dilagò. Quanto alla pancetta, si dovrebbe usare quella nota anche con il nome di "guanciale" perché ricavata, appunto, dalla guancia del suino, ma va bene anche quella detta "tesa" se magra. Non ammessa, invece, la pancetta affumicata.

CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Terre dei Grifi
Terre dei Grifi
Il colore è giallo oro lucido, con tenui sfumature verdine. All'olfatto risulta ampio, suadente, con distinta fragranza di fiori di campo e di frutta esotica, e con ricordi di muschio e di mandorla. Il sapore è secco, pieno, morbido ma fresco e vivo, con elegante fondo fruttato di pera matura e di mandorla verde gradevolmente persistente.
Pinot Bianco
Pinot Bianco
Il Pinot Bianco non è un vino di grande volume, né di grande aromaticità e per questo forse è fuori moda. Tuttavia, attraverso l'equilibrio tra sapidità e dolcezza del frutto raggiunge livelli di finezza, delicatezza, aristocraticità che le altre varietà non possiedono.

IN MENU CON


 
#
Carciofi ripieni
I carciofi ripieni sono una pietanza classica, un modo delizioso di servire quest'ortaggio di stagione come contorno o...CONTINUA
Torta salata di borragine
Con un disco di pasta sfoglia foderate uno stampo (cm 26 di diametro) imburrato e tenete da parte.CONTINUA
Tatin di pere al pepe garofanato
Frullate nel mixer la farina con una presa di sale e 125 grammi di burro freddo a dadini, fino a ottenere un composto a...CONTINUA
DOCG Fiano di Avellino Vino della Stella -...
Un Fiano affatto particolare: questo Vino della Stella.CONTINUA
COMMENTA
#