OK
...

Torta di mele di Morgex


preparazione  45 min
ricetta  facile
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
PREPARAZIONE 45 MIN
COTTURA 40 MIN
CALORIE 500 CALORIE
PORZIONI 6 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 1 kg di mele selvatiche di Morgex oppure di renette
  • 150 g di farina bianca
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino raso di lievito
  • succo di limone
  • latte
  • sale
PROCEDIMENTO
Sbucciate le mele, tagliatele a quarti e spruzzatele con il succo di limone. In una terrina sgusciate le uova, unite 100 grammi di burro fuso a bagnomaria e lo zucchero, mescolate amalgamando con cura il tutto. Quindi, unite poco alla volta la farina setacciata tre volte con il lievito e un pizzico di sale. Alla fi ne, la pasta deve risultare morbida (se fosse necessario ammorbiditela con alcuni cucchiai di latte). Versate l’impasto in una teglia imburrata e infarinata, cospargetelo con le mele tagliate a fettine sottili. Sciogliete a bagnomaria i restanti 50 grammi di burro, versatelo sulle mele e spolverizzatele con il rimanente zucchero. Mettete la teglia in forno caldo a 180° e cuocete per circa 40 minuti. Ritirate, lasciate intiepidire e servite.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "TORTA DI MELE DI MORGEX"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Dolci"
 
PER SAPERNE DI PIU'

La frutta maturata in quota rivela un ottimo sapore. In Valle d’Aosta una semplice mela, grazie al clima e all’irraggiamento solare, è più croccante, colorata e dolce, con un aroma ben equilibrato tra acidi e zuccheri.
Regina del fondovalle è la Renetta, la più tradizionale, affi ancata dalla Golden Delicious, perfetta in cucina ed essiccata; dalla Starking, rossa brillante e dalla fragranza acidula; dalla nuova arrivata, la Jonagold, in tutte le sfumature ruggine. Mentre sempre più rara è la piccola pera Martin Sec. A salvarla dall’estinzione basteranno pochi contadini e tanti golosi?

CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Gran Dessert
L’uva Verduzzo di tipo giallo dà un vino dolce, simile al Picolit, ma più strutturato e robusto ed è alla base dello Spumante Verduzzo Gran Dessert. Vinificato col metodo Charmat, è un bollicine piacevolissimo di color giallo brillante, corposo, profumato, ricco di piacevoli retrogusti, tra cui spicca quello di albicocca.
COMMENTA
#