OK
...

Crostini di cavolfiore


preparazione  30 min
ricetta  facile
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
PREPARAZIONE 30 MIN
COTTURA 45 MIN
CALORIE 337 CALORIE
PORZIONI 8 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 1 cavolfiore
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio
  • sale
  • pepe
  • fette di pane casereccio senza sale
PROCEDIMENTO
Dividete il cavolfiore a cimette e lessatele in acqua bollente salata per circa 15-20 minuti, sgocciolatele (teneteda parte l’acqua) e tritatele grossolanamente con un coltello o con la mezzaluna. In un tegame scaldate due-tre cucchiai d’olio, fatevi dorare uno spicchio d’aglio sbucciato e poi eliminatelo. Aggiungete il cavolfiore, mescolate e lasciatelo insaporire per circa 15 minuti mescolando ogni tanto, alla fine salate e pepate generosamente. Se occorre, ammorbidite l’impasto con alcuni cucchiai dell’acqua di cottura del cavolfiore.
Tostate leggermente le fette di pane, strofinatele da un lato con il restante spicchio d’aglio e sopra distribuite uno-due cucchiai di cavolfiore tritato e irrorate con un filo d’olio crudo. Disponete i crostini sul piatto da portata e serviteli caldi.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "CROSTINI DI CAVOLFIORE"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'
il cavolfiore può essere lessato intero oppure diviso a cimette. Nel primo caso mettetelo dritto in una pentola e copritelo fino a tre quarti d’acqua fredda salata e cuocete a lieve bollore per 30-40 minuti. Nel secondo caso basteranno 15-20 minuti di cottura. Può essere lessato in acqua oppure a vapore, soluzione quest’ultima che ne disperde meno i sapori. Per limitare l’odore poco gradevole (che i moderni metodi di coltivazione hanno molto attenuato) vale ancora l’antico rimedio di mettere nella pentola una grossa mollica di pane intrisa nell’aceto.


CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Arboreus
Si possono apprezzare al palato e all'olfatto sentori di frutta molto matura (albicocca), di fiori secchi e di miele. Vari gli abbinamenti consigliati: primi piatti, pesce arrosto, vegetali, frutta fresca.
Lungarotti Brut
Lungarotti Brut
Dorato, limpido e brillante, con perlage a grana molto fine e persistente, ha profumo intenso e avvolgente che richiama la mandorla, la nocciola e una lieve espressione di crosta di pane; floreale intenso nella chiusura. Il gusto avvolgente è secco e pieno, fruttato e di bella struttura, e lascia nel finale un tocco agrumato con acidità fresca e pulita.
COMMENTA
#