OK
#

Il riso: varietà e come utilizzarlo in cucina

Data pubblicazione 03.06.2015
#
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI SARA QUERZOLA
Il riso: varietà e come utilizzarlo in cucina
CONDIVIDI
#
#
#
#
#

Tra gli alimenti più consumati e diffusi al mondo, tanto che in alcuni paesi asiatici si utilizza il medesimo termine per indicare sia il cereale che il concetto di "cibo", il riso è una graminacea (Oryza sativa) di origini antichissime, dalla quale derivano tre sottospecie: indica, japonica e javanica.

La prima, coltivata nella fascia equatoriale, comprende varietà con cariosside (il frutto secco delle piante dei cereali) lunga e stretta, come basmati e patna.

La seconda si caratterizza per cariossidi corte e tonde, è diffusa nei paesi della fascia temperata ed è la sottospecie coltivata e consumata in Italia, prevalentemente nelle provincie di Vercelli, Novara, Pavia e, più in generale, nella Pianura Padana.

La terza, meno conosciuta, è tipica dell’area indonesiana e presenta caratteristiche intermedie tra le due.

Secondo la nostra legislazione il riso viene classificato in quattro categorie commerciali in base alla resistenza alla cottura e alla tipologia dei chicchi: comune, semifino, fino, superfino.

Esistono oltre un centinaio di varietà di riso iscritte al registro nazionale dei risi italiani, tutte appartenenti alla sottospecie japonica, ma la maggioranza dell’intera produzione riguarda solo a una dozzina di tipologie. È bene sapere anche che, per legge, è consentita la commercializzazione di varietà surrogate appartenenti alla medesima categoria merceologica sotto il nome di quelle più conosciute (ad esempio, una confezione di riso Baldo, può contenere in realtà riso Galileo).



IL RISO PARBOILED
Per legge non è consentito alcun trattamento chimico per modificare colore o composizione del riso, ma è permessa la produzione di risi parboiled o converted, fatti dapprima macerare in acqua e poi sottoposti a parziale cottura a vapore, asciugatura, essiccazione, sbramatura e sbiancamento. Questo procedimento rende i chicchi più resistenti alla cottura e consente loro di cedere pochissimo amido, oltre che di incorporare preziosi nutrienti contenuti nel nel germe e nell'involucro che li avvolge.

Il riso parboiled è indicato per le insalate e tutte quelle preparazioni che non richiedono la presenza di amidi o collanti.


RICETTE


 
#
Seppioline al rosmarino con riso venere
Seppioline al rosmarino con riso venere
Sciacquate le seppioline, sbucciate lo spicchio d’aglio e tagliatelo a metà. Scottate i pomodori in acqua in ebollizione, scolateli, pelateli, eliminate i semi e riducete la polpa a dadini. Scaldate 4-5 cucchiai di olio in una casseruola, unite l’aglio e, quando è dorato, eliminatelo. Aggiungete le seppioline, fatele insaporire per qualche minuto, versate il vino bianco e lasciatelo leggermente...
Riso Venere, peperoni e noci
Riso Venere, peperoni e noci
Fai partire un soffritto di cipolla rossa tritata finemente con un cucchiaio d'olio. Non appena la vedrai appassire, versa il riso e fallo insaporire a fiamma alta.
COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#