OK
...

Caramelle alla crema di formaggio e tartufo


preparazione  85 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 1H E 25 MIN
COTTURA 10 MIN
RIPOSO 60 MIN
CALORIE 630 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 250 g di farina
  • 2 uova.
  • PER IL RIPIENO:
  • 100 g di stracchino
  • 100 g di petit suisse
  • 200 g di ricotta
  • 80 g di formaggio grattugiato
  • noce moscata.
  • PER CONDIRE:
  • 60 g di burro
  • tartufo nero
  • sale
  • pepe
PROCEDIMENTO
Mescolate la farina con le uova, impastate per alcuni minuti, fate una palla e lasciatela riposare un’ora. Passate la ricotta al setaccio e mescolatela con gli altri formaggi, salate, pepate, aggiungete un pizzico di noce moscata e tenete da parte in frigorifero. Stendete la pasta a sfoglia e ritagliatevi dei quadratini di circa cinque centimetri di lato. Spennellate la loro superficie con pochissimo burro fuso, sopra disponetevi un cucchiaino di crema di formaggio, e chiudete la pasta a caramella girando in senso contrario le due estremità. Lessate le caramelle in abbondante acqua leggermente salata, conditele sul piatto da portata con il burro prima lavorato a crema e fettine sottili di tartufo.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "CARAMELLE ALLA CREMA DI FORMAGGIO E TARTUFO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Primi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'
La pasta fresca preparata in casa si può conservare per circa 15 giorni, purché sia stata essiccata perfettamente all’aria, disposta su un’asse coperta da teli bianchi di bucato, leggermente infarinati (in genere sono necessarie 24 ore).

CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Torre di Giano Vigna Il Pino
Torre di Giano Vigna Il Pino
Giallo paglierino di buona intensità, con brillanti riflessi verdognoli, svela un profumo di buona complessità, fruttato e armonico, con evidenti richiami al fiore di acacia, timo, anice stellato e cocco; lievi frutti esotici nel finale. Al palato ha un elegante impatto gustativo e delicata acidità agrumata; fragrante frutta bianca e retrogusto lungo e sapido; leggermente minerale in chiusura.
Collio Pinot Bianco
Un vino dal profumo netto e pulito, equilibrato e strutturato nei suoi componenti di pregio: acidità e sapore. Il profumo è fine, persistente, di intensità crescente, con sentori di fiori di campo e mela renetta, che con l’invecchiamento si trasformano in sentori di erbe aromatiche.
COMMENTA
#