OK

Calamari alla marinara
#


preparazione  30 min
ricetta  facile

I calamari alla marinara sono un secondo piatto gustoso e profumatissimo. Una ricetta tipica marchigiana, a base di pomodoro, aglio e prezzemolo, per cucinare in modo veloce calamari piccoli e teneri. Serviteli con bruschette di pane agliato per una stuzzicante cena in compagnia.

VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA FACILE
TEMPO PREPARAZIONE 30 MIN
TEMPO COTTURA 30 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
Calamari alla marinara
ESECUZIONE RICETTA FACILE
TEMPO PREPARAZIONE 30 MIN
TEMPO COTTURA 30 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  • 700 g di calamari abbastanza piccoli
  • 4 acciughe sotto sale
  • 20 pomodorini ciliegia
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla piccola
  • prezzemolo
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
INGREDIENTI
  • 700 g di calamari abbastanza piccoli
  • 4 acciughe sotto sale
  • 20 pomodorini ciliegia
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla piccola
  • prezzemolo
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
INTRODUZIONE
La ricetta dei calamari alla marinara è caratterizzata da ingredienti semplici: i pomodorini ciliegia, l'aglio e il prezzemolo ne assicurano il profumo. Un po' di vino bianco per sfumare e in breve è pronto un secondo piatto molto gustoso, sempre buono, e ottimo se condiviso. L'origine è quella della cucina marchigiana, molto varia e ricca di prodotti di mare e di terra. 
 
Il calamaro è un mollusco piuttosto comune nel mar Mediterraneo, dalla carne tenera e delicata, assicura un buon contenuto proteico ed è povero in grassi. I calamari sono molto versatili in cucina e amati anche da chi non gradisce il pesce con le spine ma apprezza le pietanze dall'intenso sapore di mare. Quelli di grossa dimensione sono eccezionali se farciti, sia proposti "in bianco" come nella nostra versione dei Calamari ripieni al forno, sia proposti al sugo come questi Calamari ripieni.
 
Con quelli più piccoli si possono preparare gustosi primi piatti come i Tagliolini alle cime di rapa e calamari o le Lasagne con zucca, calamari e finocchietto. Anche i nostri calamaretti alla marinara sono ottimi per condire la pasta o un cous-cous, basta aumentare a 30 il numero dei pomodorini in modo che il sugo risulti più abbondante.
 
I calamari fritti meritano un capitolo a parte: sono semplicemente irresistibili. Ottimi quelli tradizionali, che arricchiscono le fritture di paranza, ma da provare anche i Calamari fritti con mandorle e riso soffiato o gli Anelli di calamaro fritti con panure al curry.
 
ALTRE RICETTE GUSTOSE: Zuppetta di fave e calamaretti, Calamari con patate e bietole, Calamari al sugo, Polenta e calamari

Come preparare: Calamari alla marinara
Preparazione Calamari alla marinara - Fase 1
Preparazione Calamari alla marinara - Fase 1
1

Per preparare i calamari alla marinara iniziate ad eviscerare i calamari, lavateli con cura sotto il getto dell’acqua fredda e asciugateli. In un tegame scaldate 5-6 cucchiai d’olio e insaporitevi la cipolla tritata finemente e gli spicchi d’aglio. Quando la cipolla è diventata trasparente e gli spicchi d’aglio sono dorati, aggiungete le acciughe dissalate.

Come preparare: Calamari alla marinara
1

Per preparare i calamari alla marinara iniziate ad eviscerare i calamari, lavateli con cura sotto il getto dell’acqua fredda e asciugateli. In un tegame scaldate 5-6 cucchiai d’olio e insaporitevi la cipolla tritata finemente e gli spicchi d’aglio. Quando la cipolla è diventata trasparente e gli spicchi d’aglio sono dorati, aggiungete le acciughe dissalate.

Preparazione Calamari alla marinara - Fase 2
Preparazione Calamari alla marinara - Fase 2
2

Quando i filetti di acciuga sono quasi sciolti, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e asciateli insaporire per 5 minuti. Unite quindi i calamari.

Come preparare: Calamari alla marinara
2

Quando i filetti di acciuga sono quasi sciolti, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e asciateli insaporire per 5 minuti. Unite quindi i calamari.

Preparazione Calamari alla marinara - Fase 3
Preparazione Calamari alla marinara - Fase 3
3

Laciate insaporire brevemente quindi bagnate con il vino e fatelo evaporare a fiamma vivace, proseguendo poi la cottura, a fuoco dolce, per circa 20 minuti. Alla fine regolate il sale e il pepe.

Come preparare: Calamari alla marinara
3

Laciate insaporire brevemente quindi bagnate con il vino e fatelo evaporare a fiamma vivace, proseguendo poi la cottura, a fuoco dolce, per circa 20 minuti. Alla fine regolate il sale e il pepe.

4

Ritirate il recipiente dal fuoco, spolverizzate con il prezzemolo fresco finemente tritato e servite subito a tavola i calamari alla marinara.

Preparazione Calamari alla marinara - Fase 4
Come preparare: Calamari alla marinara
4

Ritirate il recipiente dal fuoco, spolverizzate con il prezzemolo fresco finemente tritato e servite subito a tavola i calamari alla marinara.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "CALAMARI ALLA MARINARA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
DOC Colli Piacentini Bonarda La Picciona - Lusenti
DOC Colli Piacentini Bonarda "La Picciona" - Lusenti
Le uve accuratamente raccolte in cassetta, vengono diraspate e poste a fermentare a contatto con le bucce in tini di acciaio per due o tre settimane. A fine fermentazione il vino viene travasato in botticelle di rovere dove rimane per almeno 12 mesi. Successivamente viene imbottigliato e affinato in cantina per almeno 12 mesi. Il colore è rosso rubino impenetrabile.
Nur
La vinificazione “in rosso” e la lunga permanenza sui lieviti apporta sentori evoluti di erbe aromatiche, liquirizia, rabarbaro, sottobosco, funghi, miele. In bocca risulta morbido, caldo, con una sottile vena di tannino. La potenza alcolica viene equilibrata da una discreta acidità. Si tratta di un vino che evolve molto bene in bottiglia, raggiungendo il suo apice a due/tre anni dalla vendemmia....
COMMENTA
#