OK
...

Bonèt con le nocciole


preparazione  30 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 30 MIN
COTTURA 1H E 10 MIN
LUOGO RIPOSO FRIGO
RIPOSO 3H
CALORIE 461 CALORIE
PORZIONI 6 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 1/2 l di latte
  • 5 uova
  • 200 g di nocciole tostate
  • 100 g di cacao amaro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di zucchero semolato
  • 50 g di amaretti
  • 4 amaretti per decorare
  • 1 cucchiaio di miniconfetti colorati per decorare
  • brandy
PROCEDIMENTO
In un tegamino mettete quattro cucchiai d’acqua con lo zucchero semolato, ponete sul fuoco, fate caramellare, versatelo in uno stampo alto da budino in modo che ne ricopra fondo e pareti.

In una terrina montate le uova con lo zucchero a velo fino a ottenere un composto liscio e omogeneo, diluitelo con il latte versato a filo, aggiungete nocciole e amaretti tritati. Mescolate in modo che tutto si amalgami molto bene. Continuando a mescolare aggiungete infine il cacao e il brandy.

Versate il composto nello stampo caramellato e cuocetelo a bagnomaria per circa un’ora o quando infilando uno stecchino nel budino lo ritirate asciutto.

Togliete lo stampo dal bagnomaria, lasciatelo raffreddare, poi mettetelo in frigorifero per almeno tre ore. Sformate il budino sul piatto da portata e cospargetelo con i restanti amaretti sbriciolati e con i miniconfetti.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "BONÈT CON LE NOCCIOLE"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Dolci"
 
PER SAPERNE DI PIU'
Il bonèt è un tipico dolce della tradizione piemontese originario, forse, delle Langhe. In piemontese il termine “bonèt” significa “cappello” e questo sarebbe il nome dato allo stampo usato per preparare il budino, che richiamava, appunto, la forma di un cappello da cuoco. Per altri, invece, il nome è dovuto al fatto che il dolce era servito a fine pasto, come “cappello” all’intero pasto.

CONDIVIDI
COMMENTA
#