OK
...

Spaghetti ai quattro pomodori e capperi fritti


preparazione  90 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 1H E 30 MIN
COTTURA 8 MIN-10 MIN
PRONTO IN 1H E 30 MIN
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 240 g spaghetti Giuseppe Afeltra
  • 200 g di pomidoro datterini pelati
  • 200 g di pomidoro ciliegini freschi
  • 50 g pomidoro secchi sott'olio
  • 4 pomidoro ciliegini confit
  • paprika
  • capperi dissalati fritti
  • olio
  • sale
PROCEDIMENTO
C'era quella famosa intervista di Fulvio Pierangelini, che da par suo spiegava che si può fare uno spaghetto al pomodoro da 40 euri, con una serie di accortezze: la miglior pasta, il miglior pomodoro, il miglior trattamento, una cucina parossistica l'olio santo, il basilico imperiale.

Di certo uno spaghetto al pomodoro può essere una specie di Nirvana gastronomico: due ingredienti, un po' di mano, e lo spuntino si trasforma in un vero e proprio massaggio shiatsu alle papille.

Qui proviamo a complicarci un po' la vita, scegliendo quattro fenomeni del pomodoro: il pelato, il crudo, quello secco e quello confit. Più o meno confit, che c'è il problema anche del tempo... che non è mai abbastanza.

Aromatizza poco olio con l'aglio, appoggia i pelati: questi sono i mai abbastanza lodati datterini Mutti, che dalla loro plebea ubiquità sono perfetti. Due, tre minuti di fiamma alta poi una bella girata al frullatore per avere una salsa lucida e compatta. Immetti, a fuoco fermo, i ciliegini crudi e le listarelle ricavate da quelli secchi. Una spruzzata di paprika forte serve bene.
Nel forno a 90° hai messo preventivamente i pomodorini sbollentati e pelati al vivo: i procedimenti sono i più diversi, ma la ricchezza di questo piatto ti consente di non fare guai. Un'ora e sono pronti ad esplodere di sapore.

Lessa gli spaghetti a mezza cottura, e finiscili nella salsa variegata, poi impiattali a vulcanetto. Sul cocuzzolo appoggio i pomidoro confittato. Friggi i capperi a parte nel solito modo, e spargi nel piatto.

In tavola con un Borgogna: io ho azzardato un Pinot Noir, un Auxey Duresse di Prunier Damy, 2008.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "SPAGHETTI AI QUATTRO POMODORI E CAPPERI FRITTI"

CONDIVIDI
COMMENTA
#