OK
...

Cosciotto alla cacciatora


preparazione  35 min
ricetta  impegnativa
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA IMPEGNATIVA
PREPARAZIONE 35 MIN
COTTURA 2H E 15 MIN
CALORIE 410 CALORIE
PORZIONI 4 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 1 kg e 400 g di cosciotto d’agnello
  • 3 cucchiai di olio.
  • PER LA MARINATA:
  • 2 bicchieri di vino rosso
  • 1/2 bicchiere d’aceto
  • 1 bicchierino di grappa
  • 1 cipolla
  • 1/2 carota
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 fetta di limone
  • 3 grani di ginepro
  • 1 chiodo di garofano
  • pepe in grani
  • sale.
  • PER LA SALSA:
  • 1 bicchiere e 1/2 di brodo
  • 1 scalogno
  • 25 g di burro
  • 25 g di farina
  • 1 cucchiaio di cipolla
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
PROCEDIMENTO
Il giorno prima rosolate l’aglio e lo scalogno nell’olio; aggiungete gli altri ingredienti della marinata e cuocete a fuoco lento trentacinque minuti. Ritirate. Quando il liquido si è raffreddato versatelo sul cosciotto e lasciate marinare per dodici ore, girandolo ogni tanto. Togliete la carne dalla marinata, asciugatela e spennellatela d’olio. Mettete il cosciotto sopra una griglia, appoggiatela sulla lastra del forno e bagnate questa con due cucchiai di marinata. Cuocete in forno caldo a 200° per 20 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e continuate la cottura per circa 40 minuti, rigirando e spennellando la carne con olio. Intanto preparate la salsa: sul fuoco, fate ridurre della metà un bicchiere e mezzo di marinata; rosolate nel burro lo scalogno tritato e la cipolla, incorporatevi la farina, fate imbiondire e aggiungete la riduzione di marinata, il brodo e il trito. Cuocete a fuoco lento per 30 minuti. Al momento di portare in tavola tagliate a fette il cosciotto e servitelo con la salsa a parte.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "COSCIOTTO ALLA CACCIATORA"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Secondi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'

La differenza di base tra agnellini e agnelloni è nell’età: fino a tre mesi di vita i primi, fino a un anno i secondi. Ma contano anche l’alimentazione (latte materno ed erba di pascolo, rispettivamente) e la destinazione culinaria (carne bianca contro carne rossa).

CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Chianti Rufina
Sangiovese in maggioranza e Merlot in parte minore si inseguono nella costruzione di un vino deciso e morbido, dal tannino vellutato e dai profumi di frutta rossa e spezie.
COMMENTA
#