OK

Come conservare al meglio gli alimenti nel frigorifero in 10 semplici mosse

Data pubblicazione 31.03.2020
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#

Se conservare bene significa innanzitutto non sprecare denaro e tempo e guadagnare in salute, ecco i nostri consigli per avere un frigo ordinato e pulito, oltre che una spesa che duri più a lungo possibile:

 

1. Ad ogni cibo il suo spazio: nulla va lasciato al caso. I ripiani alti del frigorifero sono adatti a formaggi e latticini, quelli mediani a uova, salumi, dolci e avanzi misti, mentre i ripiani bassi sono indicati per carne e pesce e i cassetti in fondo al frigorifero a frutta e verdura. Infine, gli scompartimenti della porta del frigo sono il luogo giusto per conservare latte, bibite, salse e burro. 

 

2. Temperatura del cibo sotto controllo: riporre alimenti ancora caldi in frigorifero è tra le principali sviste degli italiani nella conservazione di quello che portano in tavola. Fateli raffreddare. Non abbiate fretta.

 

3. I contenitori giusti: non solo dove si conservano i cibi è importante, ma anche selezionare i prodotti e i formati giusti per ogni scopo per avere carne, pesce e verdure freschi più a lungo. Come materiale preferite il vetro adatto sia ai cibi solidi che alle conserve e ai sughi. Perfetti ad esempio i barattoli a chiusura ermetica. Disorso a parte per frutta e verdura: il motivo è semplice; il freddo del frigo non solo conserva, ma altera il sapore e l'odore del cibo. Ad esempio alcune tipologie di frutta e ortaggi perdono le loro proprietà o smettono di maturare ed è quindi meglio conservarle a temperatura ambiente, a meno che non faccia molto caldo: vale per pomodori, arance, banane, mele, aglio, cipolle, patate, avocado.  

 

4. Formaggi e latticini: che siano stagionati, cremosi o a pasta dura, i formaggi sono delicati e vanno trattati con cura per non rovinare gusto e consistenza. Infatti, in frigorifero il sapore può cambiare, in quanto i formaggi assorbono facilmente altri odori con cui vengono a contatto. La soluzione? Una volta aperti, conservateli nel ripiano alto del frigo, a 6°C. Il consiglio in più? Avvolgeteli in una carta che lascia "respirare" gli alimenti, possibilmente impermeabile a oli e grassi.

 

5. Dolci e avanzi misti: spesso a pranzo e a cena non si consuma tutto quello che si è preparato ed è un peccato buttare piatti ancora buoni e appetitosi, come uova, salumi o una bella fetta di torta. Per gustare nuovamente i cibi avanzati conservateli nel ripiano mediano, a 4/5 °C. Questa è infatti la temperatura adatta a un consumo nel breve periodo. Non dimenticate di riporli nei pratici contenitori ermetici con coperchio e impilabili tra di loro: il modo semplice e veloce per sfruttare al meglio gli spazi. 



6. Carne e pesce: il ripiano basso del frigo dove la temperatura è di 2/4 °C mette d’accordo cibi che di solito, a tavola, sono ben distanti tra loro, come carne e pesce. In questa posizione, nel caso in cui dovessero perdere liquidi, non andrebbero a rovinare gli altri alimenti presenti in frigo. Per conservarli al meglio potete usare i fogli di alluminio o i sacchetti a chiusura ermetica. 

 

7. Frutta e verdura: per far durare di più pere, carote, insalata, verdura e frutta di stagione un piccolo trucco c’è. Basta riporli nei cassetti inferiori del frigorifero, a 7/8 °C, possibilmente avvolti in sacchetti di carta con microfori traspiranti, pensati per la conservazione di alimenti che si deteriorano velocemente. 

 

8. Latte, salse e burro: non solo cibo, nella vita di tutti i giorni compriamo anche bevande, come succhi e latte che possono essere riposti nella porta del frigo. Questo è il luogo ideale anche per salse, come maionese e senape, e i prodotti in salamoia, come olive, capperi e sottaceti.

 

9. Date di scadenza: oltre allo spazio e al contenitore giusto, è infine importante leggere le etichette dei prodotti che avete nel vostro frigo, rispettando la data di scadenza riportata sulla confezione.

 

10. Occhio ai cattivi odori: una spugna imbevuta di una soluzione di acqua e aceto o bicarbonato è poi un rimedio naturale con il quale tenere sporcizia e batteri alla larga dal vostro frigorifero. Può infatti capitare che gli alimenti rilascino dei liquidi e degli odori sgradevoli. Fate un controllo una volta alla settimana e sarete tranquilli. 

 

Che sia un trancio di salmone fresco, una fetta di carne, delle verdure, latticini o avanzi della cena, esiste una soluzione perfetta per conservare ogni tipo di cibo. Basta volerlo. Organizzazione e cura fanno il resto. 



COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#