OK

Cheesecake basca: ecco la torta "bruciata" che ha conquistato i social (e il New York Times)

Data pubblicazione 22.02.2021
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#

Anno nuovo, (food) trend nuovo. Se nel 2020 a diventare virale sui social è stato il Dalgona Coffee, il 2021 vede già un vincitore. Anzi, una vincitrice: si tratta infatti di una torta esteticamente spettacolare, ma facile da realizzare, che si chiama Cheesecake basca o Cheesecake basca bruciata.

È balzata agli onori della cronaca a dicembre quando il New York Times l'ha inserita tra le sue previsioni di tendenza in fatto di cibo, puntando il focus soprattutto sul suo sapore: il "Flavor of the year 2021" dovrebbe essere quello di questo dolce, da riproporre anche in altre preparazioni, come per esempio biscotti. 


DOVE E QUANDO NASCE QUESTA TORTA

Prima di scoprire che gusto ha questa Cheesecake basca, vediamo dove nasce e perché ha catturato l'attenzione internazionale. Se tanti food trend passati e presenti visti online hanno origini contemporanee, e sono "figli" dei social (es. lo Unicorn Frappuccino), questa torta ha una storia che inizia prima dell'invezione di Facebook, Instagram e TikTok.

Il suo nome è Tarta de queso al horno - torta di formaggio al forno - ed è stata messa a punto negli Anni 90, esattamente 29 anni fa, dallo chef Santiago Rivera del ristorante La Viña, a San Sébastian, cittadina che si trova nei Paesi Baschi spagnoli. Da subito ha avuto un successo straordinario in patria, tanto da essere definita ancora adesso la migliore torta al formaggio della Spagna. E nel corso de tempo si è diffusa in tutto il mondo, soprattutto grazie alle reinterpretazioni di altri chef americani (ma anche turchi e giapponesi) che ne proponevano la propria versione nei loro ristoranti, così da farla conoscere con l'appellativo di Basque Burnt Cheesecake(nella foto la squadra del ristorante davanti all'ingresso: Rivera è il primo a destra)



COSA LA DIFFERENZIA DA UNA CHEESECAKE

Questa torta al formaggio si compone di cinque ingredienti: formaggio spalmabile, zucchero, uova, panna, farina e rispetto alle cheesecake non ha il caratteristico guscio che ne contiene il ripieno.

In più, ha una cottura in forno a una temperatura molto alta, 200° ma anche 210°, responsabile di quella crosticina che ne conferisce l'estetica "bruciata" sia sui bordi, ma soprattutto in superficie. L'interno invece resta morbido, quasi cremoso.

E il gusto che ha esaltato le papille degli esperti del NYT qual è? Si tratta della nota affumicata che dona la parte esterna caramellizzata, altro dettaglio che rende questo dolce così particolare. Il suo creatore, lo chef Rivera, consiglia infatti di non servirla con marmellate o altre creme, così da apprezzare il suo sapore originale.



DALLA TEORIA ALLA PRATICA: LA NOSTRA RICETTA 

Abbiamo preparato anche noi questa Cheesecake basca. La ricetta è facile, non presentando difficoltà nell'esecuzione: l'abbiamo cotta a forno già caldo a 200° per 50 minuti, ma sarà dopo alcune prove che otterrete la consistenza che più vi aggrada, perché dipende molto da forno a forno.

Lo stesso chef Santiago Rivera rivela in un'intervista che pur utilizzando sempre gli stessi ingredienti e le stesse proporzioni, la sua torta di produzione artigianale non viene mai uguale: "il segreto risiede nella temperatura del forno, che ne determina la cremosità: non possiamo pretendere che ogni volta venga uguale, sarebbe un'utopia". 



COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#