OK

Parrozzo
#


VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
45 MIN

 
CALORIE
776 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
Parrozzo
ESECUZIONE RICETTA
FACILE
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
45 MIN

 
CALORIE
776 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 6 uova
• 200 g di zucchero
• 150 g di semolino
• 200 g di mandorle tritate
• 2 cucchiai di liquore tipo Amaretto di Saronno
• 1 limone
• 60 ml di olio.
PER LA GLASSA:
• 200 g di cioccolato fondente
• 20 g di burro
INGREDIENTI
• 6 uova
• 200 g di zucchero
• 150 g di semolino
• 200 g di mandorle tritate
• 2 cucchiai di liquore tipo Amaretto di Saronno
• 1 limone
• 60 ml di olio.
PER LA GLASSA:
• 200 g di cioccolato fondente
• 20 g di burro
PROCEDIMENTO
Separate i tuorli dagli albumi e metteteli in due ciotole diverse.Iniziate a montare i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e chiaro. A questo punto unite le mandorle, il semolino, la buccia grattugiata del limone, l’olio, il liquore. Montate gli albumi a neve e poi incorporateli delicatamente al composto mescolando dall’alto al basso.
Imburrate e infarinate uno stampo a cupola, che è tipico di questo dolce,e cuocete in forno caldo a 160° per 40-45 minuti. Il dolce sarà cotto quando, inserendo uno stecchino al centro, lo ritirate asciutto.Ritirate il parrozzo, lasciatelo intiepidire per 10 minuti e poi, con delicatezza, capovolgetelo su una griglia da forno e fatelo raffreddare.
Preparate la glassa: in un tegamino posto a bagnomaria lasciate fondere burro e cioccolato, quindi spalmate il

composto sulla superfi cie del dolce e lasciate raffreddare.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "PARROZZO"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Cucina Regionale"
 
PER SAPERNE DI PIU'

Questo è stato un dolce molto caro a Gabriele
D’Annunzio, tanto che il poeta gli dedicò dei
versi in dialetto abruzzese. La storia gastronomica racconta che nel 1800 il nome parrozzo, pane rozzo,identificava un povero piatto di pane cotto nell’acqua.Nel tempo l’impasto si è evoluto e arricchito.

This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI
COMMENTA
#