OK
...

Arrosto al vino e Marsala


preparazione  15 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 15 MIN
COTTURA 1H E 15 MIN
LUOGO RIPOSO IN FRIGORIFERO
RIPOSO 12H
PORZIONI 6 PORZIONI
INGREDIENTI
  • 1 kg di lombata di vitello
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 bicchiere di Marsala secco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di salvia
  • 1 rametto di rosmarino
  • burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Come preparare: Arrosto al vino e Marsala

Preparazione Arrosto al vino e Marsala - Fase 1
Preparazione Arrosto al vino e Marsala - Fase 1
1

Sbucciate e tritate l’aglio con le foglie di salvia e gli aghi del rosmarino. Aggiungete al trito un pizzico di sale e uno di pepe e con il composto ottenuto massaggiate la carne. Disponetela in una pirofila, copritela con pellicola da cucina e lasciatela insaporire per una notte in frigorifero. 

In una casseruola ovale scaldate quattro cucchiai d’olio e una noce di burro, unite la carne e fatela colorire a fuoco dolce per circa 5 minuti, girandola con due palette di legno su tutti i lati.

Preparazione Arrosto al vino e Marsala - Fase 2
Preparazione Arrosto al vino e Marsala - Fase 2
2

Coprite, collocate due retine fra recipiente e fiamma affinché la carne crogioli come se fosse sulla brace e cuocete per un’ora, spruzzando ogni tanto l’arrosto con Marsala e vino bianco mescolati. Al termine della cottura trasferite l’arrosto su un tagliere, lasciatelo riposare per 5 minuti coperto con un foglio di alluminio, tagliatelo a fette e disponetelo su un piatto da portata preriscaldato. Irroratelo con il suo sughetto e accompagnatelo, a piacere, con patate al vapore o una fresca insalata mista di stagione.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "ARROSTO AL VINO E MARSALA"

PER SAPERNE DI PIÙ
“MORTO” IN CASSERUOLA
In questa ricetta si usa la tecnica di cottura del cosidetto arrosto “morto”. La carne viene inizialmente rosolata in olio e burro, come si fa negli arrosti normali, ma la cottura procede, in casseruola coperta, come per un umido, perché via via si aggiunge liquido, che può essere brodo, acqua o, come in questo caso, vino. Così si ottiene carne più morbida e fondo di cottura abbondante.



CONDIVIDI
COMMENTA
#