OK

Come servire la frutta estiva in modo creativo: 18 ricette + 1

Data pubblicazione 21.07.2020
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#

È la protagonista delle tavole estive perché è buona e fa bene. Stiamo parlando della frutta fresca, immancabile finale (prima del dessert, per i più golosi) di ogni pranzo e cena, soprattutto in Italia, che può vantarne una grandissima varietà. Nella gallery trovate 18 ricette per servirla in modo creativo: impiattamenti fantasiosi e curati che portano allegria a tavola.

Meloni, angurie, pesche, albicocche, frutti di bosco: sono loro i frutti di stagione preferiti, assieme all’evergreen tropicale, l’ananas e ai primi fichi. Di solito, questa frutta si presta a essere presentata al “naturale”, ma grazie ai colori e alla possibilità di giocare con tagli e forme, è divertente inventare combinazioni diverse e modi alternativi di servirla.

Un’idea semplice e vincente è quella di utilizzare la calotta del melone, ad esempio, come contenitore per altri frutti tagliati a pezzetti, dando così un tocco fantasioso a una classica macedonia. Di seguito, ve ne proponiamo una versione che a noi è piaciuta molto, perché gustosa, scenografica e facile da realizzare. 

Sfolgiate la gallery per scoprire le altre ricette da provare per servire la frutta fresca in modo creativo.

Macedonia nel melone
Tempo di preparazione: 15 minuti
Persone: 4
Difficoltà: facile

Ingredienti

2 meloni gialli piccoli
2 pesche
100 g di mirtilli
100 g di lamponi
100 g di uva bianca
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di limoncello
il succo di un limone



 

Procedimento
Lavate accuratamente i meloni e asciugateli. Tagliateli a metà e con un cucchiaio svuotateli, togliendo tutti i semini. Con l’aiuto di uno scavino ricavate delle palline e mettetele in una ciotola.

Preparate la macedonia aggiungendo alle palline di melone, l’uva, le pesche a fettine, mirtilli e lamponi. Completate con lo zucchero, il succo di limone e il limoncello.

Mescolate bene e riempite le metà di melone con tutta la frutta. Tenete in frigo per almeno 30 minuti prima di servire.  



COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#