OK

Vitello alla Orloff
#


VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
IMPEGNATIVA
TEMPO PREPARAZIONE
1H E 30 MIN

 

 
TEMPO COTTURA
40 MIN
PORZIONI
4 PORZIONI

 

 
Vitello alla Orloff
ESECUZIONE RICETTA
IMPEGNATIVA
TEMPO PREPARAZIONE
1H E 30 MIN

 

 
TEMPO COTTURA
40 MIN
PORZIONI
4 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 600 g di carré di vitello (più o meno due costole)
• 1 porcino fresco
• 1 tartufo nero
• mazzetto aromatico (salvia-rosmarino-alloro-timo)
• sale
• pepe bianco
• 1 litro di latte
• 110 g di farina "00"
• 100 g di burro
• 1 tuorlo d'uovo
• 50 g di groviera
• 50 g di parmigiano reggiano grattugiato
• sale
• noce moscata
• 1/2 cipolla bianca
• 1 carota
• 1 fetta di lardo di 50 g circa
• vino bianco secco
INGREDIENTI
• 600 g di carré di vitello (più o meno due costole)
• 1 porcino fresco
• 1 tartufo nero
• mazzetto aromatico (salvia-rosmarino-alloro-timo)
• sale
• pepe bianco
• 1 litro di latte
• 110 g di farina "00"
• 100 g di burro
• 1 tuorlo d'uovo
• 50 g di groviera
• 50 g di parmigiano reggiano grattugiato
• sale
• noce moscata
• 1/2 cipolla bianca
• 1 carota
• 1 fetta di lardo di 50 g circa
• vino bianco secco
INTRODUZIONE
Questa è da considerarsi la ricetta delle feste per antonomasia, anche se probabilmente non vi è mai capitato di trovarla in tavola per il pranzo di Natale a casa della nonna. La pietanza, nella sua forma originale, è stata creata dallo chef francese Urbain Dubois (1818-1901), mentre si trovava alla corte del principe russo Orloff e prevedeva quindi una preparazione molto lunga ed elaborata e una presentazione altamente scenografica (si faceva un grande utilizzo di fiori, frutta e funghi per la guarnizione e il capolavoro finale veniva trasportato da 4 portantini su di un enorme vassoio d'argento).
In originale la ricetta prevedeva l'utilizzo di una sella di manzo completa, trafitta da una noce di vitello, e richiedeva quindi una giornata intera di cottura; non avendo tutti le potenzialità e i mezzi dello chef del principe, ne proporremo qui una versione alleggerita, semplificata e modernizzata.
Ecco dunque la mia interpretazione di questa ricetta.
PROCEDIMENTO
In un tegame far rosolare la carne da tutti i lati con del burro. Aggiungere la cipolla e la carota tritata, quindi i funghi, il lardo e il mazzetto guarnito. Bagnare con un bicchiere di vino bianco secco, far evaporare e aggiungere acqua fino a filo della carne. Cuocere a fuoco moderato coperto per circa 40 minuti
Nel frattempo preparare una besciamella dura con 1 litro di latte, 100 grammi di burro e 110 grammi di farina. Dividere il composto ottenuto a metà per preparare le due salse che compongono questa ricetta .
La prima è una soubise : unire quindi metà della besciamella con il trito di cipolla, la carota, il fungo e il lardo (ovvero utilizzare gli ingredienti del fondo di cottura della carne).
La seconda invece è una mornay: alla besciamella dovremo quindi aggiungere il tuorlo d'uovo, il parmigiano e il gruviera e amalgamare gli ingredienti con l'utilizzo di una frusta.
Una volta che avremo fatto raffreddare la carne, onde evitare che si sfilacci durante il taglio, disossarla e tagliare il lombo a fette dello spessore di un centimetro circa, farcire quindi le fette ottenute con la salsa soubise e ricomporre il carrè. Nappare il tutto con la salsa mornay e passare in forno a 250° per 10 minuti.
Prima di presentare in tavola, cospargere con le scaglie di tartufo nero. Consiglio di servire con patate novelle e broccoli.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "VITELLO ALLA ORLOFF"

This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI
COMMENTA
#