OK

Ecco Exit, la gastronomia urbana che nasce in un chiosco

Data pubblicazione 08.01.2018
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#

Sono partiti piano, come l’esperienza insegna, ma si sono già fatti notare, creando curiosità. E infatti non sono dei novelli sprovveduti i creatori di Exit, ristorantino nato il 4 gennaio 2018 a Milano in piazza Erculea 2, zona Missori.

 

L'idea
Matias Perdomo, per diversi anni chef allo storico Pont de Ferr, Thomas Piras e Simon Press: ecco il trio dietro a questa nuova apertura milanese, lo stesso trio che ha portato al successo Contraste, indirizzo gourmet sui Navigli premiato con una stella Michelin nell’edizione 2018 della prestigiosa guida gastronomica. La particolarità? Exit, il cui nome si ispira alla classica scritta che leggiamo in aeroporto, si propone in un luogo insolito: un classico chiosco milanese riconvertito a ristorante casual, con una trentina di posti a sedere e “una cucina semplice, disponibile a tutte le ore del giorno, autorevole ma allo stesso tempo accessibile”, così come dichiarato sul sito che presenta la nuova creatura ribattezzandola “gastronomia urbana”.

 

Il menu

Niente giornali, né fiori, né panini unti per gli avventori di questo chiringuito di lusso, ma una quindicina di piatti (a 12 -14 euro), tra cui ostriche, paté di foie gras, gazpacho con gamberi rossi e puntarelle, terrina di faraona con crema di gorgonzola e barbabietola, tartare di manzo, crostini con olive e pomodoro secco radicchio, carciofi crudi con insalata riccia e crema al parmigiano. Da bere? Cinque vini a scelta. I dolci arrivano dalla pasticceria L’Île Douce, indirizzo nato a fine 2017 in zona Isola. L’orario? Dalle 8 alle 15. Prossimamente il servizio verrà esteso fino alle 21.00 con l’idea di una ristorazione continua, senza orario.

Insomma, nelle intenzioni c'è la voglia di proporre qualcosa di buono e divertente per le tasche di tutti, così come dettano le tendenze gastronomiche internazionali. Non ci resta che assaggiare.



COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#