OK

IGT Venezia Giulia Pinot Grigio - Borgo delle Oche 2010


Data pubblicazione 18.09.2012
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
Hai il naso sprofondato dentro un secchiello pieno di acqua di mare, e di margherite di campo. Hai una manciata d'erba strappata, e messa lì ad arrostire al sole. Hai - infine - fette di pesca a pasta verde, non troppo maura. E un'idea rubata di zolfanello.



Che quasi il colore paglierino scarico ti par poco, a tanta espressione



Poi l'assaggi, ed è come infilare una fetta di limone in una manciata di alghe da spiaggia, come appoggiare un pietra sulla lingua: prima che sprofondi in quel frutto asciutto, glabro ma espressivo, giovane ed esperto. E il finale che si dona e si trattiene allo stesso tempo come se avesse timore di farsi male. E che dura in eterno come un bacio d'addio.



Bel bicchiere. Bel bicchiere.

CONDIVIDI
COMMENTA

LEGGI ANCHE

#