OK

DOC Nebbiolo d'Alba "Vigna di Lino" - Cascina Val del Prete


Data pubblicazione 18.12.2014
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
VOTO
8.9
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
INFORMAZIONI
Nome Vigna di Lino
Denominazione Nebbiolo d'Alba
Tipo DOC
Anno 2010
Coltiva Convenzionale
Vinifica Tradizionale
Affina Legno grande, bottiglia
Gradi 14
Regione Piemonte
Fascia Prezzo 20

Roagna è un cognome che risuona di mito, in Langa: Cascina Val del Prete vinifica Nebbiolo, dalle parti di Priocca, in vista d'Alba ma non troppo.

Questo Vigna di Lino inocula 14 gradi ben presenti nel bicchiere, nebbiolescamente bruni, vagamente ammattonati, lesti sul bordo a prendere la luce. Li avrai tutti, prima di terminare il sorso.

Il naso è stretto e diritto, privo di tentennamenti. Sulle frutta rosse s'insinua il profumo deciso della juta, accompagnato dai momenti rugginosi, da sensazioni di fuoco di fila, les beaux gestes. Da fondi di pentola a pressione quando cuoci il brasato, di patate cotte sotto la cenere, e uno stupendo finale azzurro-blù.

Poi il sorso, ah! che sorso. Dignitosamente lontano da simulazioni barolesche o barbaresche, tiene il passo di tannini orgogliosamente gengivali, freddi, comunicativi. Aggrappati a ricordi di fogli di giornale quando si usava il piombo e capriole alcooliche. Finale sterminato.

Lascialo prendere aria, se non ti tieni a fargli prendere anni: ed avrai per lunghi minuti le papille arricciate in uno spasimo di felicità.



CONDIVIDI

QUESTO VINO E' PERFETTO CON...


 
#
Oca con prugne e castagne
Oca con prugne e castagne
Fate rinvenire le prugne in una ciotola d’acqua tiepida. Fiammeggiate, lavate e asciugate l’oca. Tritate le interiora con carota, salvia, timo, maggiorana, noce moscata, sale e pepe. In una pirofila scaldate due cucchiai d’olio e insaporitevi il trito per alcuni minuti. Con questo composto riempite la cavità dell’oca inserendovi anche le castagne lessate e le prugne sgocciolate e spezzettate....
Risotto ai funghi
Risotto ai funghi
Stagionalità ed eleganza, cremosità e sapidità, un piatto adattissimo ad una cena elegante, purché abbiate il tempo di non abbandonare mai il risotto in cottura.
COMMENTA


 
#
#