OK
#

Savoiardi
#


VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI SARA QUERZOLA
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN

 

 
TEMPO COTTURA
8 MIN-10 MIN

 

 

 
Savoiardi
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN

 

 
TEMPO COTTURA
8 MIN-10 MIN

 

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
PER CIRCA 40 SAVOIARDI
• 90 g di tuorli
• 60 g di zucchero semolato
• 80 g di albumi
• 35 g di farina
• 35 g di fecola
• 1/4 di bacca di vaniglia
• la scorza di mezzo limone grattugiata
INOLTRE
• zucchero semolato
• zucchero a velo
INGREDIENTI
PER CIRCA 40 SAVOIARDI
• 90 g di tuorli
• 60 g di zucchero semolato
• 80 g di albumi
• 35 g di farina
• 35 g di fecola
• 1/4 di bacca di vaniglia
• la scorza di mezzo limone grattugiata
INOLTRE
• zucchero semolato
• zucchero a velo
Come preparare: Savoiardi
Preparazione Savoiardi - Fase 1
Preparazione Savoiardi - Fase 1
1

Sbatti brevemente i tuorli prima da soli e poi montali, a velocità media, con metà dello zucchero semolato, la scorza del limone grattugiata e la vaniglia per circa 10 minuti o comunque fino a quando il composto sarà chiaro e spumoso.

Come preparare: Savoiardi
1

Sbatti brevemente i tuorli prima da soli e poi montali, a velocità media, con metà dello zucchero semolato, la scorza del limone grattugiata e la vaniglia per circa 10 minuti o comunque fino a quando il composto sarà chiaro e spumoso.

Preparazione Savoiardi - Fase 2
Preparazione Savoiardi - Fase 2
2

Quando saranno quasi pronti, monta gli albumi con lo zucchero restante.
Dovrai ottenere una massa spumosa, che sarà aumentata notevolmente di volume. 

Come preparare: Savoiardi
2

Quando saranno quasi pronti, monta gli albumi con lo zucchero restante.
Dovrai ottenere una massa spumosa, che sarà aumentata notevolmente di volume. 

Preparazione Savoiardi - Fase 3
Preparazione Savoiardi - Fase 3
3

Unisci le due masse, incorporando gli albumi in tre riprese con movimenti delicati dal basso verso l'alto. Aggiungi, poco alla volta, la farina e la fecola setacciate, amalgamandole nello stesso modo, facendo attenzione a non smontare il composto.

Come preparare: Savoiardi
3

Unisci le due masse, incorporando gli albumi in tre riprese con movimenti delicati dal basso verso l'alto. Aggiungi, poco alla volta, la farina e la fecola setacciate, amalgamandole nello stesso modo, facendo attenzione a non smontare il composto.

Preparazione Savoiardi - Fase 4
Preparazione Savoiardi - Fase 4
4

Trasferisci il composto in una tasca da pasticciere con bocchetta liscia. Direttamente sulla teglia, rivestita di carta da forno, forma dei bastoncini lunghi circa 8 cm, che dovranno essere opportunamente distanziati. Spolvera con zucchero semolato, seguito dallo zucchero a velo, e cuoci a 210° per circa 8-10 minuti con valvola aperta (con un cucchiaio di legno infilato nella porta del forno in modo che stia leggermente aperto).

Come preparare: Savoiardi
4

Trasferisci il composto in una tasca da pasticciere con bocchetta liscia. Direttamente sulla teglia, rivestita di carta da forno, forma dei bastoncini lunghi circa 8 cm, che dovranno essere opportunamente distanziati. Spolvera con zucchero semolato, seguito dallo zucchero a velo, e cuoci a 210° per circa 8-10 minuti con valvola aperta (con un cucchiaio di legno infilato nella porta del forno in modo che stia leggermente aperto).

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "SAVOIARDI"

PER SAPERNE DI PIU'
Lievi, aerei, friabili. Sono i savoiardi, i classici biscotti da inzuppare che vengono utilizzati per comporre tiramisù e charlotte o, più in generale, per accompagnare bavaresi, creme e mousse. Spesso si ricorre a quelli industriali che si trovano sugli scaffali dei supermercati, ma una volta assaggiati quelli realizzati maison, diventa del tutto impossibile tornare indietro.

Prepararli non è un'operazione particolarmente gravosa e il procedimento si compone di poche ed elementari fasi, che tuttavia devono essere rispettate nei minimi dettagli, pena ottenere dei biscotti che non avranno le tipiche caratteristiche del savoiardo, ovvero leggerezza, spessore e spumosità. 

Questa ricetta è una libera (e modesta) interpretazione di quella appresa dal Maestro Pasticciere Gino Fabbri.

Note:

- per permettergli il massimo sviluppo, le uova devono essere a temperatura ambiente;

- la fecola serve a donare sabbiosità in fase di assaggio; può essere comunque sostituita con la stessa quantità di farina;

- vanno conservati in scatole di latta dove si mantengono per alcuni giorni.


This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI
COMMENTA
#