OK
TAG:

Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco


preparazione  30 min
ricetta  media
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
 
CONDIVIDI
#
ESECUZIONE RICETTA MEDIA
PREPARAZIONE 30 MIN
COTTURA 40 MIN
LUOGO RIPOSO IN FRIGORIFERO
RIPOSO 1H E 30 MIN
PORZIONI 8 PORZIONI
INGREDIENTI
  • PER LA PIE CRUST
  • 300 g di farina 00
  • 50 g di zucchero semolato
  • 150 g di burro freddo
  • 3-4 cucchiai di acqua fredda
  • PER IL FRANGIPANE
  • 80 g di farina di mandorle
  • 20 g di cocco rapé
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro morbido
  • 30 g di farina 00
  • 1 uovo
  • cannella in polvere
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • PER IL RIPIENO ALLA FRUTTA
  • 500 g di ciliegie di Vignola IGP
  • 5 cucchiai di zucchero semolato
  • 30 g di maizena
  • INOLTRE
  • 1 uovo
  • zucchero di canna
  • gelatina alimentare a spruzzo per lucidare

La protagonista di questa ricetta è la Ciliegia di Vignola, che detiene il marchio IGP dal 2013. Conosciamola meglio in questi 5 punti. 

1. Caratteristiche: il suo sapore è dolce e fruttato e la polpa consistente e croccante, fatta eccezione per la cultivar Mora di Vignola. Il colore della buccia varia da un rosso brillante al rosso scuro tranne che per la varietà Durone della Marca, dove la buccia è sempre lucente ma anche di colore giallo. Le ciliegie si dividono in due varietà a seconda della polpa: quelle con polpa tenera chiamate tenerine e quelle con polpa solda, chiamate duroni. In più si possono distinguere anche a seconda del colore, dividendosi in nere, rosse e bianche. 

2. Storia: prima di coltivare i ciliegi il territorio di Vignola era caratterizzato dalla bachicoltura, andata in crisi nei primi anni del 900 e sostituita da quella di meli e ciliegi al posto dei gelsi. L'area diventa quindi una delle più importanti e rinomate aree ortofrutticole della fascia pedecollinare emiliana. La cerasicoltura, quindi, ha fortemente caratterizzato la realtà socio-economica del vignolese, che ha visto un'espansione dagli anni '30 verso sia verso la pianura che la collina, tra le province di Modena e Bologna. 

3. Stagionalità: la raccolta inizia circa tra il 15 e il 20 maggio e finisce a cavallo del 15/20 luglio, con le ciliegie definite tardive. Vengono raccolte rigorosamente a mano. 

4. Proprietà: la polpa è ricca di sali minerali come potassio, calcio, fosforo. Contiene una buona quantità di vitamine A e C. Tra le proprietà, anche il loro essere diuretiche, rinfrescanti e astringenti.

5. Consigli: conservatela in frigorifero o in un luogo fresco e asciutto. 



Come preparare: Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco

Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 1
Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 1
1

Iniziate a preparare questa galette dalla base di pie crust. Nella ciotola della planetaria raccogliete il burro a cubetti con la farina e lo zucchero: cominciate a impastare a bassa velocità con la frusta K aggiungendo l’acqua, poca alla volta, regolandovi in base alla consistenza. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola alimentare, e ponetelo in frigorifero per 1 ora.

Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 2
Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 2
2

Dedicatevi al ripieno. In una ciotola mescolate le Ciliegie di Vignola IGP denocciolate e tagliate a metà con lo zucchero semolato e la maizena. Lasciate riposare.

Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 3
Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 3
3

Preparate quindi il frangipane: in una ciotola montate il burro morbido con uno sbattitore elettrico insieme allo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Aggiungete l’uovo, la cannella a piacere, la scorza di limone grattugiata, il cocco rapé, la farina di mandorle e la farina 00. Amalgamate e ponete in frigorifero mentre proseguite con il resto della ricetta.

Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 4
Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 4
4

Togliete dal frigorifero la pie crust e riportatela a temperatura ambiente lavorandola brevemente a mano. Stendetela con il mattarello su una spianatoia appena infarinata portandola a uno spessore di 5 mm. Con un coltello affilato e il fondo di una tortiera date alla pasta una forma circolare, eliminando l’eccesso. In questo modo la galette avrà dei bordi regolari. Disponete al centro, lasciando 3-4 cm dai bordi, prima uno strato spesso di frangipane e poi le ciliegie di Vignola IGP.

Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 5
Preparazione Galette rustica alle ciliegie di Vignola IGP con frangipane al cocco  - Fase 5
5

Riportate verso il centro i bordi di pasta in modo da racchiudere il ripieno. Fate riposare il dolce in frigorifero per 30 minuti. Passato questo tempo, spennellate con l’uovo sbattuto, cospargete con lo zucchero di canna a piacere e cuocete nel forno già caldo a 180° per circa 30-40 minuti. Sfornate e, se necessario, lucidate con gelatina alimentare a spruzzo.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "GALETTE RUSTICA ALLE CILIEGIE DI VIGNOLA IGP CON FRANGIPANE AL COCCO "

CONDIVIDI
COMMENTA
#