6 hotel da sogno per una fuga a settembre
Per godervi gli ultimi giorni d’estate ecco sei indirizzi per una pausa rigenerante da vivere al massimo prima dell’inizio dell’inverno. Che sia in città o in un angolo di campagna lasciatevi ispirare da questi contesti semplicemente straordinari.

Dal Piemonte alla Campania fino alle isole Baleari vi portiamo in sei luoghi meravigliosi in cui l'arte dell'ospitalità incontra la buona cucina. Sei hotel che escono dall'ordinario da visitare per un weekend o una minivacanza di fine estate-inizio autunno. Per non dimenticare il volto del relax e del piacere di vivere bene. Camere accoglienti, ambienti curati nei dettagli, panorami in cui perdersi, tra lusso e discrezione. Con costi impegnativi, ma non inaccessibili. Luoghi in cui trovare tutti gli ingredienti per ricordi indimenticabili. Si parte!

Turin Palace Hotel - Torino

Costruito nel 1872 il Turin Palace è stato spettatore dei cambiamenti della città. Teatro di incontri e confronti, le sue sale e le sue camere hanno visto sfilare alcuni dei principali interpreti dell’intellighenzia nazionale e internazionale che di questo luogo apprezzavano la discrezione, la riservatezza, la naturale eleganza. Tutti tratti che lo rendevano torinese nell’essenza.
La terrazza panoramica del Turin Palace.
Tra i suoi ospiti celebri: Guglielmo Marconi, Arturo Toscanini, Pietro Mascagni, Maria Callas e Louis Armstrong fino a capi di stato e teste coronate, ma anche artisti contemporanei come, tra gli altri, David Bowie e Sting, Liza Minelli, Madonna e Mike Jagger. Ogni sala, camera (in tutto ben 127) e spazio comune è parte di un mosaico che elegge il Déco ispirazione e pone l’accento sulla forza espressiva di opere di artisti torinesi per rendersi contemporaneo.

Perché prenotare una stanza qui: rappresenta in pieno la sabauda eleganza e l’accoglienza garbata e sobria. In questo ambiente curato e ricco di arte si inserisce una spa, una suggestiva terrazza attrezzata da dove Torino è a portata di sguardo e il ristorante gourmet Les petites Madeleines, che affianca piatti della solida tradizione piemontese a ricette creative.

Piazza Duomo - Alba

Nel morbido paesaggio delle Langhe, terra di vino e tartufi, la famiglia Ceretto, che dal 1937 si dedica all’attività vitivinicola e filantropica, ha siglato un sodalizio con lo chef Enrico Crippa, brianzolo d’origine. Nel cuore di Alba, in Piazza Risorgimento, il complesso di casa Ceretto ospita al primo piano il Piazza Duomo, ristorante premiato con tre stelle Michelin, con tre camere e una suite di design riservate agli ospiti che passano da qui. Per i suoi menù al Piazza Duomo, Crippa attinge a piene mani dal territorio generoso intorno alla cittadina: dalle carne fassona ai vini delle Langhe, dalle nocciole ai piccioni, dal Castelmagno al tartufo oltre che alle imprescindibili erbe del suo orto e della sua serra. Un menù che sconfina in piatti di ispirazione internazionale votato all’eccellenza.
Il ristorante Piazza Duomo, 3 stelle Michelin, ad Alba con decori dell'artista Francesco Clemente.
L’artista napoletano Francesco Clemente ha decorato gli interni realizzando una gigantesca foglia d’uva, omaggio alla famiglia committente, che si avviluppa intorno al globo terrestre, su uno sfondo di colori pastello che richiama le nuance tenui e i colori smorzati dalla nebbia tipici delle Langhe. Negli anni i Ceretto hanno infatti creato un forte legame con l’arte contemporanea e l’architettura moderna. Così, pionieri sul finire degli anni ‘80 nella valorizzazione del binomio “vino-cultura”, le cantine Ceretto hanno negli anni coinvolto architetti, artisti e designer di fama mondiale in progetti differenti che hanno interessato i 160 ettari di proprietà situati principalmente nelle aree più pregiate delle Langhe e del Roero.
Vista sulla Tenuta Monsordo dei Ceretto con lo scenografico Acino.
Perché prenotare una stanza qui: per un’esperienza a 360° di arte, bellezza e cultura del gusto. Ogni piatto di Crippa è una piccola opera d’arte, in un territorio disseminato di installazioni artistiche che si integrano con il panorama, dalla coloratissima cappella del Barolo alle soluzioni di impatto visivo come il Cubo, una struttura trasparente che si sovrappone con il paesaggio, e lo scenografico Acino, una piattaforma sospesa sopra delle colline. Fino a “La casa dell’artista”, un loft realizzato dal recupero di un vecchio casolare, che ha ospitato artisti tra i filari di vite della Tenuta Monsordo Bernardina e all’orto, che quotidianamente lo chef visita per creare i suoi piatti. Quasi quattro ettari tra Alba e La Morra, coltivati senza l’ausilio di agenti chimici. Un giardino in cui verdure esotiche e vegetali locali si accostano in modo insolito e a volte sorprendente.

Casino di caccia – Custoza (Verona)

A una ventina di chilometri da Verona, nel comune di Sommacampagna, immerso nella bellezza dei vigneti di Custoza, zona vocata alla produzione vitivinicola, Casino di caccia è un'antica residenza di campagna del 1700 dove i nobili amavano ritirarsi dalla città veneta, sede dei loro affari e strategica per il commercio tra i paesi del nord e l'Italia.

La struttura gode di un parco privato dove potersi rilassare nuotando nella piscina esterna dotata di idromassaggio o passeggiando nel bosco, anticamente luogo eletto per la caccia. In tutto ci sono sei camere di cui due suite, arredate con mobili di antiquariato, ognuna con un proprio stile e una storia: dalla camera degli angeli a quella della caccia, dalla camera del sogno a quella del sarto, dalla camera della storia alla stanza country dove è possibile accogliere anche gli animali, con vista sul parco, per finire con la suite dei velieri e con quella della musica, corredata da travi antiche.

Una delle affascinanti camere del Casino di caccia a Custoza.
Tre eleganti sale contornate da specchiere, raffinata oggettistica, lampadari di vetro di Murano si snodano nella casa che accoglie il ristorante Villanova, che offre una cucina raffinata e territoriale curata dallo chef Gianluca Da Rin Perette.

Perché prenotare una stanza qui: la sensazione è quella di essere accolti in una splendida dimora d'altri tempi, ricca di particolari da osservare ed è questa la filosofia che accompagna ogni ospite nel suo percorso, che sia di passaggio per una cena al ristorante o si trattenga per un soggiorno nelle camere arredate con mobili antichi familiari. Si può scegliere se staccare dai soliti ritmi, godendosi gli ambienti suggestivi o visitare la vicina Verona che si raggiunge da qui in meno di mezz’ora di auto.

Grand Hotel Fasano – Gardone Riviera (Brescia)

Questo esclusivo resort 5 stelle lusso affacciato sulle acque occidentali del Lago di Garda, a Gardone Riviera, unisce il fascino antico al comfort più contemporaneo. Nel 2018 ha festeggiato il 130° compleanno. Dotato di bar, beach club e di una grande spa con piscine interne ed esterne, ispirata alle terme romane, il Grand Hotel Fasano presenta al suo interno una vera chicca: il ristorante Il Fagiano, dove regna la cucina dello chef Matteo Felter.
La vista sul lago di Garda che si può apprezzare dallla terrazza del Grand Hotel Fasano.
Nella storica struttura è incastonato uno spazio dal gusto moderno e cosmopolita: il gin lounge, dove si possono degustare oltre 50 etichette di gin provenienti da tutto il mondo e i cocktail creati dal bartender Rama Redzepi.

Perché prenotare una stanza qui: in oltre un secolo di attività, questo resort continua ad essere meta di relax e benessere, senza escludere una visita al vicino Vittoriale degli Italiani, complesso di edifici risalenti agli anni 20-30 del 900 voluto da Gabriele d’Annunzio, che qui visse.

Il ristorante gourmet Il Fagiano all'interno del Grand Hotel Fasano.

Royal Continental – Napoli

Un hotel con un passato importante e un presente imponente. Nel presente: una vista impagabile, forse una delle più belle del nostro paese, Castel dell’Ovo, il golfo, il Vesuvio, pura magia. Nel passato: la mano di uno dei più importanti architetti italiani, Giò Ponti, di cui ancora si possono osservare numerosi arredi originali nel piano a lui intitolato.
Uno sguardo su Napoli da una delle camere del Royal Continental Hotel.
La piscina è sul tetto: non convenzionale, gioca con le forme che ricordano la piscina del Royal Hotel a Sanremo. Inaugurato nel 1955 quando ancora l’idea dei “design hotel” non esisteva, il Royal Continental ha 4 stelle e un’ospitalità all’altezza. A pochi chilometri c’è il suo ‘gemello’, il Parco dei Principi a Sorrento, che di stella ne ha una in più.
La splendida piscina del Royal Continental a Napoli.
Perché prenotare una stanza qui: comodo per raggiungere le principali destinazioni della città. E’ un luogo che ti fa tornare, come auspicava lo stesso Ponti. E ti fa guardare avanti.
Il Royal Continental Hotel di Napoli in una pillola video.

Convent de la Missió - Palma di Maiorca

Un convento del XVII secolo votato alla formazione dei padri missionari diventa un hotel di lusso. Può sembrare dissacrante, in verità è il risultato di uno sguardo avveduto al futuro, quello di monaci che non potendo affrontare le spese di ristrutturazione dello stabile lo cedono affinché la conversione sia turistica e il profitto consenta al convento di continuare a vivere, benché in una forma diversa.
Gli esterni dell'ex convento diventato un hotel di lusso a Palma di Maiorca.
Soggiornare qui, nel cuore della vecchia Palma, fa sembrare così lontane le immagini turistiche di grattaceli e spiagge affollate. L’attenzione al cliente diventa quasi devozione, l’avventore è accompagnato con garbo verso le mete più adatte ai desideri espressi, che sia un locale informale per una cena vegetariana oppure un bicchiere di vino rosso da consumare in terrazza, a bordo piscina, all’imbrunire.
La spa a Palma di Maiorca all'interno del Convent de la MissiConvent de la Missió.
Perché prenotare una stanza qui: è il luogo ideale per rinnegare le nostalgie di fine estate! L’hotel che di stelle ne ha 5 si accompagna a un ristorante che ne ha 1, Michelin; la cucina è quella di Marc Fosh, chef inglese molto popolare sull’isola, che di ristoranti Michelin ne vanta altri due.
Apri slideshow
Tra i filari delle Cantine Ceretto, proprietari del Piazza Duomo, Alba
Nelle Langhe dei Ceretto ecco “La casa dell’artista”, un loft realizzato dal recupero di un vecchio casolare, che ospita artisti tra i filari di vite della Tenuta Monsordo.
L'orto del Piazza Duomo
Quasi quattro ettari tra Alba e La Morra, coltivati senza l’ausilio di agenti chimici. Un giardino in cui verdure esotiche e vegetali locali si accostano in modo insolito e a volte sorprendente. Ecco l'orto dello chef Enrico Crippa.
Piazza Duomo - Alba
Una delle camere adiacenti al ristorante Piazza Duomo.
Tra i filari delle Cantine Ceretto, proprietari del Piazza Duomo, Alba
In un territorio disseminato di installazioni artistiche che si integrano con il panorama, ecco la coloratissima cappella del Barolo, restaurata dalla famiglia Ceretto.
La proprietà dei Ceretto
Vista sui 160 ettari di proprietà della famiglia Ceretto, situati principalmente nelle aree più pregiate delle Langhe e del Roero.
Casino di caccia - Custoza (Verona)
Gli esterni della residenza di campagna dove vivere in pieno relax.
Casino di caccia - Custoza (Verona)
Una delle sontuose camere in cui si può alloggiare a Custoza.
Casino di caccia - Custoza (Verona)
Tra argenterie e antiquariato del Casino di caccia.
Casino di caccia - Custoza (Verona)
La piscina all'interno della residenza di campagna alle porte di Verona.
Casino di caccia - Custoza (Verona)
La sala con camino del Casino di caccia.
Grand Hotel Fasano - Gardone Riviera (Brescia)
La ricca colazione del resort 5 stelle sul lago di Garda.
Grand Hotel Fasano - Gardone Riviera (Brescia)
La piscina dell'hotel a Gardone Riviera.
Grand Hotel Fasano - Gardone Riviera (Brescia)
La suite del Grand Hotel Fasano, resort di lusso sul lago di Garda.
Grand Hotel Fasano - Gardone Riviera (Brescia)
Una delle camere suite del resort Grand Hotel Fasano.
Grand Hotel Fasano - Gardone Riviera (Brescia)
Il gin lounge dove si possono degustare oltre 50 etichette di gin provenienti da tutto il mondo.
Royal Continental - Napoli
Scorcio panoramico sulla facciata del Royal Continental Hotel.
Royal Continental - Napoli
Cena con vista su Castel dell'Ovo nel Royal Continental Hotel.
Royal Continental - Napoli
Dettaglio di una camera con interni di design a Napoli.
Royal Continental - Napoli
Una delle camere con vista su Castel dell'Ovo, il castello più antico della città.
Convent de la Missiò - Palma di Maiorca
Una delle luminose camere del Convent de la Missiò - Palma di Maiorca.
Interno del Convent de la Missiò a Palma di Maiorca
Ecco una delle sale del boutique hotel a Palma di Maiorca nato dal recupero di un convento.

loader