OK

Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli)

Preparazione
0 min
ricetta
facile
VOTO MEDIO
Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) ricetta
Condividi
Esecuzione
facile

1

Il lievito resta vivo con un rinfresco alla settimana (quello della panificazione) nel vaso chiuso, mantenuto in frigo.

Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 2
Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 2

2

Dei molti modi per lo start-up del lievito madre abbiamo scelto quello "liquido" - il cosiddetto "licoli" lievito a coltura liquida - che dovrebbe garantire un livello più basso di manuntenzione. Inoltre abbiamo usato gli ingredienti più banali: una operaissima farina di grano tenero 00, e uno yoghurt bianco commerciale senza particolarità

Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 3
Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 3

3

Mescoliamo gli ingredienti e mettiamo l'impasto in un vaso chiuso da un fazzoletto o un foglio di carta da cucina. L'ideale sarebbe tenere il recipiente in un luogo arieggiato che possa contaminarsi con la flora batterica ambientale, possibilmente a temperatura attorno ai trenta gradi. Per quello si dice che la stagione giusta per far partire il lievito è l'estate. In questo caso non solo non è estate, ma il leivito ha subito frequenti sbalzi di temperatura viaggiando spesso nel bagagliaio dell'auto.

Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 4
Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 4

4

Il rinfresco va fatto - nella fase iniziale - ogni giorno. La metodologia è la classica 1:1:1. Si conservano 100g dell'impasto precedente e si "rinfrescano" con 100g di farina fresca e 100g d'acqua. Se dal tuo rubinetto scende acqua troppo clorata puoi usare la minerale. Ogni due o tre giorni aggiungi alla miscela un mezzo cucchiaino di miele, o di malto

Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 5
Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 5

5

Al 10° giorno abbiamo tentato un impasto: il lievito ha reagito molto bene ad una notte di lievitazione (vedi foto) ma il pane - forse per fretta o per insufficiente ripiegatura - è rimasto "appoggiato" e non ha preso il volo

6

Al 14° la prova definitiva: alla sera lo rinfreschiamo con il solito sistema; la mattina tratteniamo i 100g da rinfrescare per le prossime panificazioni, e impastiamo il resto del lievito con acqua e farina: in questo caso abbiamo usato 400g di farina per pane e 100g di integrale del Mulino Quaglia, con 300g d'acqua minerale frizzante. Il sale è stato aggiunto alla fine. 

Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 7
Preparazione Lievito Madre a Coltura Liquida (licoli) - Fase 7

7

Dopo 4 ore di lievitazione l'impasto è ancora fermo: non ci perdiamo d'animo e iniziamo con le "pieghe": ne faremo 4, una ogni mezz'ora. Le pieghe sono la tecnica che consente di imprigionare aria nella pagnotta "piegando" l'impasto n 4 a fazzoletto. Inforniamo a 250° dopo aver abbondantemente svaporato. Dopo 20' abbassiamo a 180°, e poi ancora a 150° dopo altri 20'. Giriamo la pagnotta a forno spento per 10'. Il risultato è eccellente: grandi alveoli, trama consistente, pasta rustica ma molto appagante. Evviva

Commenti

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "LIEVITO MADRE A COLTURA LIQUIDA (LICOLI)"

RICETTA MEDIA

La focaccia è uno dei vanti della gastronomia italiana, di strada ma non solo. Pochi ingredienti e una ricetta super per un lievitato salato perfetto in ogni occasione. Leggi tutto

Tempo: 20 minuti

Condividi