OK

Sarago alle olive e spezie
#


VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI IL CUCCHIAIO D'ARGENTO
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
20 MIN

 
CALORIE
540 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
Sarago alle olive e spezie
ESECUZIONE RICETTA
MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE
30 MIN
TEMPO COTTURA
20 MIN

 
CALORIE
540 CALORIE
PORZIONI
6 PORZIONI

 

 
AVVISO
Hai raggiunto il limite massimo
di ricette che puoi salvare
sulla APP
OK
INGREDIENTI
#
#
  ALTRI INGREDIENTI
• 900 g di filetti di sarago
• 20 olive nere in salamoia
• 3 pomodori ramati
coriandolo
cardamomo
• Martini dry
brodo vegetale
• sale
• pepe.
PER LA SALSA:
• 250 g di olio
• 100 g di acqua calda
• 1 limone
• 1/2 cucchiaio di prezzemolo
coriandolo macinato
origano fresco
• sale
pepe
INGREDIENTI
• 900 g di filetti di sarago
• 20 olive nere in salamoia
• 3 pomodori ramati
coriandolo
cardamomo
• Martini dry
brodo vegetale
• sale
• pepe.
PER LA SALSA:
• 250 g di olio
• 100 g di acqua calda
• 1 limone
• 1/2 cucchiaio di prezzemolo
coriandolo macinato
origano fresco
• sale
pepe
PROCEDIMENTO
Spolverizzate i filetti di sarago con il coriandolo e il cardamomo tritati, sale e pepe. Spellate i pomodori, eliminate i semi, tagliateli a cubetti.

In un tegame versate alcuni cucchiai di brodo vegetale, adagiatevi i filetti, cospargeteli con la dadolata di pomodori e con le olive tagliate a fettine, spruzzate il tutto con un cucchiaio di Martini e cuocete in forno a 180° per venti minuti. Nel frattempo preparate la salsa: frullate tutti gli ingredienti indicati, versate il ricavato in una salsiera e servitela fredda con il pesce caldo.

SCOPRI ALTRE RICETTE SIMILI A "SARAGO ALLE OLIVE E SPEZIE"

FONTE
Questa ricetta è presente sul libro "Il Cucchiaio d'Argento Secondi Piatti"
 
PER SAPERNE DI PIU'

Nella Magna Grecia il sarago, che in Sicilia si chiama sàrico, era un pesce pescato (e mangiato con gusto), come testimoniano le raffigurazioni sui piatti degli antichi greci. Nuota nel Mediterraneo, molto frequente proprio in Sicilia e nelle acque costiere che bagnano le isole limitrofe. Si distingue dall’orata, cui somiglia moltissimo, per le due fasce nere alla base della coda e sulla nuca. Le sue carni grigio-argentee sono compatte, saporite e molto pregiate.


This is the info These are the ingredients
CONDIVIDI

TI POTREBBE ESSERE UTILE


 
#
Zeta
Di importante struttura e complessità, come al solito grande mineralità, rivela note ferrose ma sempre un bel bouquet floreale. La bocca è bella, piena, fresca e ha un'acidità che ritorna sempre. Ottimo anche il finale e la persistenza.
Terrano
Rosso rubino con riflessi violacei, svela un profumo denso, che sa offrire bellissimi spunti fruttati di mirtillo, mora, fragolina di bosco. Il sapore sapore è tipico e unico nel suo genere e non perde mai la sua espressione del frutto.
COMMENTA
#