Calamaretti gratinati all'erba cipollina - Appunti di Gola

Calamaretti gratinati all’erba cipollina

Pubblicato il: 17 maggio 2017

Argomenti: Pietanze

Tags: , , ,

Sembrano ma non sono calamaretti “spillo”: pregiatissimi, rari, costosi, sono così piccoli che si mangiano al completo. Da lì nasce l’idea di usare il contenuto – il cosiddetto quinto quarto – pre ricavare un succo perfetto per condire la pasta. Qui infatti usiamo solo il cappuccio. Questi dunque sono semplici “calamari piccoli” pescati: unica avvertenza, devono essere freschissimi.

Li puliamo con le dita: sfiliamo il ciuffo, l’occhio, il gladio, le interiora e il sacchettino, li massaggiamo appena sotto l’acqua fredda e li mettiamo a riposare qualche minuto. Li tamponiamo sommariamente poi li rotoliamo in un gratin fatto di fette biscottate pestate al mortaio, sale, pepe, e un trito finissimo di erba cipollina.

Adagiamo i calamaretti sulla teglia, e li passiamo al grill per soli 5 minuti: basteranno per cuocere le sottili carni delicate e per abbronzare il pane.

Mandiamo in tavola questa delizia con una goccia di emulsione di olio e limone e un calice di Grillo di Nino Barraco.

  • calamaretti gratinati - 02
    calamaretti gratinati - 02
  • calamaretti gratinati - 03
    calamaretti gratinati - 03
  • calamaretti gratinati - 01
    calamaretti gratinati - 01
  • calamaretti gratinati - 05
    calamaretti gratinati - 05

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>