OK

Taglio, Torino

#
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI FABRIZIO ROYCH
VOTO
7.0
Taglio, Torino
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
INFORMAZIONI
NOMI TAGLIO
Chef LUIGI FERRARIS
Indirizzo Largo IV Marzo, 17C - Torino
Telefono 011.52.15.575
Orari di apertura Lun: 11:00 - 22:00; Mer - Gio: 11:00 - 22:00; Ven - Sab: 11:00 - 23:00; Dom: 11:00 - 22:00
Giorno di chiusura Martedì
Periodo di chiusura Variabile
E-Mail taglioperfetta@gmail.com
Sito https://www.facebook.com/pages/Taglio/261699363978323
Piatto forte Pizza
Prezzo tre piatti <35
SCOPRI DOV'É

Da Taglio si fanno scoperte e si gode di cura e creatività.


La letteratura sul tema "pizza al taglio", da Bonci in poi, s'è guadagnata il suo scaffale. Da costola della "pizza gourmet", inventata da Padoan, ha trovato la propria integrità tecnica e una nuova, forse insperata dignità. Passando da pasto d'occasione a esperienza culinaria completa. Anche se, tolta qualche eccezione luminosa, lo spirito e gli spazi sempre quelli sono. Un negozietto, due mensole a cui appoggiarsi, mischiando la vecchia identità di cibo popolare (e magari approssimativo) con gli stimoli della ricerca gastronomica.

Un pippotto così serve a accompagnare sulla soglia di Taglio, in una delle piazze più belle e parigine di Torino (fatta la tara sulle auto che la solcano). Da Taglio si fa pizza in teglia, con prodotti il più possibile piemontesi, e accostamenti arditi. Crema di melanzana, aglio rosso, menta, ricotta di capra, semi di papavero in onore a Nibali. La mozzarella di bufala piemontese, da Caraglio, con Bra, Castelmagno, gorgonzola e fontina d'alpeggio. Cipolla rossa, patata rossa, pomodoro secco. Le zucchine con robiola e pinoli. Di stagione i prodotti, di blasone gli ingredienti. Luiset, Arbiora, Mulino Marino, bufala di Moris, acciughe spagnole, olio ligure.

Taglio è piccolissimo, o si fa l'asporto o ci si accomoda in panche e sgabelli. Dunque, non c'è spazio per lavorare l'impasto che viene preparato nei locali e con i macchinari provvisti da un panificio. Farine biologiche, lunghe lunghe lievitazioni, e il canone è rispettato a garanzia di digestioni perfette. La scuola è quella della focaccia alta, poco alveolata, morbidissima. Alla maniera di Padoan, per richiamare uno dei maestri lassù. Accompagna degnamente la verve nei condimenti. Una pizza diversa dal solito, anche in questo. Omogenea, stabile. Ma deve saperlo chi si aspetta nerbo e panosità. O chi ama indagare il dialogo della farcitura con l'acidità della base, con le stesure differenti, le opzioni che può dare variare altezza e croccantezza.

Un pasto, o uno spuntino stimolante. Si arriva ai 20 euro al chilo a pizza, come dire, un pranzo può costare 10 euro. Giusti? Troppi? Per la solita pizza, senza pensieri, sopportando laboriosità digestive, là in centro città l'offerta è amplissima. Da Taglio si fanno scoperte e si gode di cura e creatività. Non sono davvero troppi.

CONDIVIDI

LOCALI VICINI


 
#
COMMENTA

ABBIAMO CENATO QUI

#