OK

Io Osteria Personale, Firenze

#
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI LEONARDO ROMANELLI
VOTO
7.9
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
INFORMAZIONI
NOMI IO OSTERIA PERSONALE
Chef MATTEO FANTINI
Indirizzo Borgo San Frediano, 167/r - Firenze
Telefono 055.9331341
Orari di apertura Cena
Giorno di chiusura Domenica
Periodo di chiusura Variabile
E-Mail info@io-osteriapersonale.it
Sito http://www.io-osteriapersonale.it/
Piatto forte

Calamari su crema di patate al limone con broccoli, olio al prezzemolo e capperi; “risotto” di quinoa alla burrata, pinoli, limone e rosmarino

Prezzo tre piatti 50-80
SCOPRI DOV'É

Matteo Fantini ha avuto il coraggio alcuni anni fa di aprire un locale fuori dagli schemi per la realtà fiorentina: nel cuore  di uno dei quartieri più veraci della città, dove una volta si trovavano gli artigiani ed oggi invece si succedono luoghi del cibo senza soluzioni di continuità, un posto che richiamava moltissimo realtà di metropoli come New York.

La scelta di non mettere pasta, per i primi anni, è stata dura: i turisti si sedevano a scorrere il menu e si alzavano dopo aver scoperto che non c’erano spaghetti. La novità più recente è proprio questa:  i primi hanno oggi un loro posto nel menu, il cambio dello chef lascia presagire aria fresca e vivace.

I tavoli sono messi accanto alle pareti, sul fondo il bancone del bar, alle pareti le lavagne dove sono disegnati i piatti con il gesso. Pochi piatti per ogni portata ed una rotazione stagionale: volendo si possono scegliere le degustazioni, da comporre a piacere da 40, 48 e 55 euro.

Ottima la partenza, con i calamari, serviti su crema di patate al limone, accompagnati da broccoli, olio al prezzemolo e capperi, vivaci e freschi. Divertente e croccante la tartare di manzo con popcorn di amaranto, maionese all’aglio dolce e polvere di porcini. Appagante e saporito il “risotto” di quinoa alla burrata, pinoli, limone e rosmarino. Equilibrati i ravioli di faraona su crema di broccoli e sabbia di pane al pomodoro secco.

Fuori dagli schemi il “vitello tonnato” croccante, con puntarelle e limone, una maniera per ritrovare sapori antichi in veste moderna. Si chiude con una crema di cioccolato bianco e dolio extravergine con granita di lavanda e gelatina al frutto della passione.

Carta dei vini intelligente, con etichette poco note alternate ad altre più famose, dai ricarichi adeguati,. Servizio attento e partecipe. 



CONDIVIDI


COMMENTA


#