Turanici, vongole, pomidoro. - Appunti di Gola

Turanici, vongole, pomidoro.

Pubblicato il: 11 Giugno 2016

Argomenti: Pietanze

Tags: , , ,

Non sono d’accordo con i sughi di pesce in rosso, salvo qualche moscardino tinto o qualche brodetto, forse. Non lo sono tanto più fortemente con la vongola, che immagino solo ed esclusivamente nel suo candore verdeggiante dei piccoli molluschi.

Spurgatili, li ho aperti a secco in una casseruola con i bordi alti, sulla fiamma forte, con coperchio. Ho eliminato tutti gli ossi: scenografici ma antipatici. Ho tenuta da parte l’acquerugiola, preziosa per terminare il piatto.

Ho fatto andare dei pomidoro ramati, privati della rosetta e dei semi, in una padellina stofinata d’aglio. Ho aggiunto un pizzico di paprica e un pezzo di habanero rojo. Poco sale. Dopo 10 minuti ho passato tutto nel bicchiere del frullatore ed ho montato la faccenda come si fa con la mayo: olio a filo, quasi goccia a goccia. Poi ho passato tutto al colino piccolo: la salsa è viscosa ma non troppo densa.

Ho lessato i Turanici di Mancini, spaghetti di calibro deciso e consistenza pugnace, ma soprattuto dal sapore unico. Cotti al punto li ho passati in padella con poco olio e l’acqua delle vongole. A fuoco spento ho aggiunto i molluschi.

Nel piatto ho gettato uno schizzo di salsa rossa, su cui ho adagiato i Turanici: ho terminato il piatto con pepe Sarawak pestato al momento in mortaio e una fogliolina di mirto. Non ho paura di bèrci dietro lo Zoe di Tenuta Pacelli, Riescling di Calabria.

turanici, vongole, pomidoro - 01

Un commento a Turanici, vongole, pomidoro.

  1. Bette ha detto:

    Parole sante, dottore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *