Torricella, bianco antico ma nuovo - Appunti di Gola

Torricella, bianco antico ma nuovo

Pubblicato il: 29 Novembre 2016

Argomenti: Vino

Tags: , , , ,

Di Ricasoli, noi che siamo nati negli anni ’60 ricordiamo la reclàme: diventa interessante scoprire cosa è oggi questa importante realtà da centinaia di ettari che fanno prepotentemente rima con Toscana. E soprattutto per i rossi.

Allora si fa interessante il Torricella, oggi un flacone che contiene Chardonnay con un saldo di Sauvignon Blanc, l’uno trattato a legno, l’altro a ferro. Dunque equilibrio di contrari e incontro di complementari e mutuo sostegno, t’immagini.

In verità l’ambiente legnoso è immediatamente percepibile, anche se subito dietro il vitigno esprime le sue sfumature: opulenza – quasi francese – per il primo, asciuttezza teutonica per il secondo. In totale un naso intenso, dolce, che diventa burroso solo quando il Torricella prende temperatura, e un ombra di spezie che azzecca.

Levigato il sorso, che scorre agile soprattutto quando il vino è servito a fresca temperatura. Privo di impuntature, lo vorresti accanto a minestre e brodetti marinari, formaggi garbati, zuppe di verdure .

torricella-ricasoli-15-06-copia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *