La Raia, il Gavi Cortese - Appunti di Gola

La Raia, il Gavi Cortese

Pubblicato il: 12 aprile 2018

Argomenti: Vino

Tags: , , , , ,

La radicale scelta steineriana de La Raia – Tenimenti Rossi Cairo – si traduce in una serie di etichette appese tra il garbo e il carattere. Come questo Gavi DOCG, al millesimo 16, cristallino all’occhio e perfettamente limpido nella sua nuance paglierina sfiorata da riflessi grigio verdi.

Ha il frutto, maturo e dolce, un’ispirazione balsamica, quasi mentolata. Ha fiori bianchi vivi, e finale glacido e freddo. È l’apertura per un sorso che non cela una virgola dolce, all’attacco, poi agile ad arrampicarsi sulla spina fresca e ben distesa, gentile e arricciata sul finale. Un’espressione linda dell’uva Cortese, priva di superfetazioni posticce.

Lo bevi aperitivo, con crostacei e molluschi, ma potresti azzardare formaggi: freschi e molli, e ricotte.

LaRaia_Gavi_Chiusura

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>