Kettmeir, Riserva "1919" Metodo Classico - Appunti di Gola

Kettmeir, Riserva “1919” Metodo Classico

Pubblicato il: 25 Settembre 2017

Argomenti: Vino

Tags: , , , , ,

A Caldaro, qualche mese fa, sboccammo alla volèe un po’ di bottiglie di questa Riserva, una selezione particolarissima della produzione Kettmeir con le bolle nella splendida cantina storica del marchio più prestigioso della scuderia Marzotto. Assaggiammo in anteprima e in comparazione con le altre linee questa Riservona, lunga 60 mesi, dedicata all’anno di fondazione. Non manca molto al prestigioso traguardo del secolo.

Ora posso sbicchierare con la dovuta calma un flacone di questo 1919, godendone il carattere e la schiva unicità. Vino di progetto, ma anche di convinzione: tutta la linea è votata a realizzare un Metodo Classico che abbia tutti gli ingredienti al loro posto: compostezza e forza, garbo e generosità, profondità e levità. E il bicchiere racconta.

Una cuveè di Pinot Noir e Chardonnay, allevati a Salorno e a Castelvecchio, franti dopo la vendemmia dell’11 e riposati a lungo: tanto da virare il colore ad un caldo oro zecchino, mielato. Le palline dell’effervescenza sono piccolissime, sparse e brillanti; la risorgiva nel mezzo, senza corona. Serio, il profumo, tutto diritto e fiero, trascinato dalla dolcezza dei mieli e dei fiori, dalla severità della paglia e del fieno, dalla forza folgorante delle rocce d’altura arroventate dal sole. Grande, senza essere grosso.

L’assaggio poi prende forza dall’attacco di sale, dal corso polputo e dal passo robusto: con la temperatura che si alza prende anche un che di grassezze, un’opulenza che non si vuole burrosa ma piuttosto eloquente, addirittura stentorea nel mezzo. Uno spumante clamorosamente altoatesino, classico nel tema e moderno nello svolgimento, per nulla schiavo della contemporaneità fatta di acidità tese e nervose ad ogni costo. Compostezza e agilità del sorso, importanza del finale, un certo appoggio nell’andamento.

In tavola con trote alla mugnaia, crostacei al naturale, ostriche, ma anche formaggi a pasta dura di lungo affinamento.

  • kettmeir - 0052
  • kettmeir - 0053
  • kettmeir - 0056
  • kettmeir - 0055
  • kettmeir - 0054

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *