Idromiele agli agrumi, Thun - Appunti di Gola

Idromiele agli agrumi, Thun

Pubblicato il: 5 Aprile 2018

Argomenti: Assaggi

Tags: , ,

Caro Pater,
non so se siamo amici: di certo più amici degli amici di fazzabù, ma la micizia non è cosa che si misura con i like. E quindi, sì: forse siamo amici. Allora è con un filo di trepidazione che ti scrivo così di lontano, io quiggiù nella nebulosa Borzano sulla Lodola, tu lassù nell’ascosa Valle di Non. Che uno che sale fino là si aspetta che tutti siano simpatici come il lucido da scarpe: che nella Valle di Non – come dice il nome – la cosa importante sarà NON fare NON dire NON brigare. Sbagliato, in Valle di Non ci sono le Mele. E il Miele, almeno se si sale fino a casa Tua a Thun.

Allora sfilo la corona da questo Tuo Idromiele, che so che ci stai trafficando sopra da quel po’, e lo rovescio abbondante nel calice a stello. Mi piace il colore giallo-miele, giallo-oro, giallo-grano. Il profumo è una botta aperta nel mezzo, l’occhio al miele da un lato e alla volatile dall’altro, e nel mezzo un sorso aggrappante, rugginoso, ferreo. Un sorso che si fa impervio, a bocca sciutta, introverso e reticente.

Poi metto cose nel piatto: una pastasciutta, un P.Reggiano, una mortadella. Un tortello di zucca, un cappelletto in brodo: e il Tuo idromiele diventa un esaltatore di felicità: spazzola le papille con uno scrub energico e vigoroso, e rende l’assaggio amico e fidanzato. A tratti amante. Ecco: la cosa che ti volevo dire alla fine dell’Amba Aradam è che l’Idromiele tipo Beta Agrumi è una bevanda eccezionalmente gastronomica, un fiore sul tavolo di leccornie che ogni gurmè sa allestire.

Bene sai?

A presto,

S.

idromiele agrumi - 0033 copia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *