Gnoccofrittopedia - Appunti di Gola

Gnoccofrittopedia

Pubblicato il: 10 Maggio 2017

Argomenti: Pietanze

Tags: ,

Quasi in ogni angolo del Belpaese si frigge un impasto d’acqua e farina, con milletrecentoventinove varianti: le ho contate tutte. In Emilia – ad esclusione di Parma dove lo chiamano inopinatamente “torta fritta” – abbiamo il gnocco fritto.

gnocchi fritti - 12

Negli ultimi cinquant’anni ho sentito almeno un centinaio di “ricette definitive”: questa è la mia con alcune varianti. Funziona, e la condivido: purché si frigga solo e sempre nello strutto. Ah: nella versione tradizionale si frigge senza lievito, qui usiamo un tocco di agente lievitante.

Base: farina 0, sale, circa il 50% d’acqua, una noce di strutto, cremor tartaro e bicarbonato in ragione di un mezzo cucchiaino per mezzo chilo di farina. Per questa versione abbiamo inserito un 15% di grano saraceno.

gnocchi fritti - 02

In questa versione abbiamo inserito un 15% di farina di mais.

gnocchi fritti - 03

In questo caso abbiamo impastato con il lambrusco

gnocchi fritti - 09

Per il gnocco dolce abbiamo usato il 20% di zucchero di canna, 40% di latte, lievito per dolci, e spolverizzato di zucchero a velo.

gnocchi fritti - 14

2 Commenti a Gnoccofrittopedia

  1. Matteo ha detto:

    l’articolo da usare davanti a “gnocco” è LO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *