Cantina della Volta: Lambrusco Rosè, ma spumante - Appunti di Gola

Cantina della Volta: Lambrusco Rosè, ma spumante

Nel caleidoscopio di etichette Della Volta questa volta incocciamo il Rosè, o forse più opportunamente dire: “un” rosè. Si tratta di un Lambrusco di Modena Spumante, Metodo Classico secondo la personalissima religione enologica di Christian Bellei, che gode di un lunghissimo riposo sui lieviti: vendemmia ’12, sboccatura ’17, sole uve Sorbaresi.

Ancora stordito dalla seduzione inarrestabile di questo sorso – lo vuoi con crostacei, muscoli e cose di mare cosìccome salami, prosciutti, culatelli e benanco gnocchi fritti – cercherai il fulcro del bicchiere, irresistibile. Non già nel profumo, sottile – a tratti esile – appena vergato di rose. Glacido, quasi distaccato: ma in quel sorso che attacca salino, tirandosi dietro una sensazione tannica fine come un tulle, adesa e ricamata. Quel sale appeso all’apertura, che si trascina fino al finale, schiettamente bevibile. Appena magro nella fase discendente, ma di certo appagamento. Vino dicotomico, arrotolato, dialettico. Irretisce, stupisce, colpisce.

Ed è buonissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *