Brut Rosè di Faedo, la grazia nella forza - Appunti di Gola

Brut Rosè di Faedo, la grazia nella forza

Pubblicato il: 1 Agosto 2017

Argomenti: Vino

Tags: , , , , , , ,

La prima cosa che impressiona di questo rosato, metodo classico dai pendii scoscesi di Faedo non è il seducente colore, un delicato colore cipollino, rosato vecchio, rosa canina, robe vintage, pareti di toelette, tende di case borghesi del Galles. Non è nemmeno la spuma esuberante che si arrampica sul cristallo, come succede in certi effetti digitali al cinema. La cosa che prende al cuore, guardando il bicchiere, è quella stupefacente risorgiva che ribolle nel mezzo, marcando un simbolo saturnino sulla superficie. Insistente, inesausta, islandese.

Poi certo, qualcuno risvegliato dall’ipnosi potrà anche desiderare berlo: allora il bicchiere sarà restio a rilasciare le prevedibili vibrazioni fruttolose, ritirate negli anfratti di un naso serio e asciutto. Ripagherà con testimonianze di burri e rosmarini, il Pinot Nero che fa capolino squillando il suo nome. Poi viene il sorso, travolto da una cucchiaiata di sale appena affrontato, poi il seguito in cui l’effervescenza si fa viva, costante, complice, sagace, infingarda. Che ti pare che sia lì per terminare, e invece. C’è questa idea di grazie e dolcezza che non assume mai la fibrosità degli zuccheri, ma resta nella delizia della gentilezza. Ah, quel finale attorcigliato, che non desiste.

È il Brut Rosè di Pojer & Sandri, e si beve con gioia con pesci grassi, fritti e – volendo – vitella alla milanese.

brut rosè pojer e sandri - 05 copia

2 Commenti a Brut Rosè di Faedo, la grazia nella forza

  1. Cavagni pietro ha detto:

    Suadente cascata di bolle fresche che accompagnano un maestoso salmone, socchiudi appena gli occhi e lasciati conquistare……

  2. […] Nel bicchiere? Il Rosè Brut di Pojer & Sandri. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *