Bakari Rosso, 2016 - Appunti di Gola

Bakari Rosso, 2016

Pubblicato il: 22 Dicembre 2017

Argomenti: Vino

Tags: , ,

Continuo a rigirare tra le mani il flacone, con quell’etichetta bellissima che non mi convince fino in fondo: bellillimo il disegno, ma con quella tralucenza plastificosa che mi ricorda gli adesivi collezionati in gioventù. Quella scritta così accattivante – socialmentespensierati – da essere quasi, come dire, una captatio benevolentiae. Insomma, verso il liquido nel bicchiere, giusto per non farla lunga.

Un Veneto Rosso IGT di cui non conosco l’uvaggio, che avvicino con serena curiosità: ed è come se mi legassero un graspo d’uva appena sotto le nari, tanto da dire, uah, Cabernet Franc. Poi una serie di richiami di corteccia, di cuoio conciato, di robe rosse. E ancora e ancora, denso e fittile, prolungato. Non resisto, e il richiamo della scheda del produttore al Petit Verdot e al Merlot sono una fucilata di chiarezza. Toh, quelli. Troppo prevedibile da essere previsto, perché proprio a quello ti viene da pensare quando lappi il vino, a sorsi generosi: titolo alcolico festoso, moderato, rovesciabile, da 12° lindi e puliti. Tannini tirati a carta abrasiva grana 1000. Succo largo e sparato. Palato aperto e rotolante. Finale spavaldo, non privo di una certa sicumera.

C’è piaciuto, con risotti ai funghi e maiali arrosto, ricchi di sughi.

[immagine: Meteri]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *