Aglio, olio e peperoncini... - Appunti di Gola

Aglio, olio e peperoncini…

Pubblicato il: 2 Maggio 2017

Argomenti: Pietanze

Tags: , ,

Ecco qui, il salvafame di ogni mezzanotte: il piatto che risolve ogni situazione, salvo mettere in pericolo le relazioni sociali delle ore successive a causa della redolenza persistente delle zaffate d’aglio. Vediamo allora come provare a risolvere la questione di questo delizioso piatto senza pagarne il fio.

Mandiamo a bollore un pentolino d’acqua, e lasciamo cadere due o tre spicchi d’aglio fresco sbucciati. Dopo un minuto  scoliamo e ripetiamo l’operazione: acqua, bolle, calo, scolo. Per altre due o tre volte. Tamponiamo bene e scaldiamo con violenza una padella. Quando sarà rovente strofiniamo gli spicchi – con delicatezza che si sono fatti morbidi – poi togliamo dal fuoco, irroriamo con buon olio e lasciamo gli spicchi in infusione.

Caliamo gli spaghetti: preferiamo un bel calibro con moderata emissione d’amidi: in questo caso è lo Spaghettone Cappelli di Felicetti. Li preleviamo solo un minuto prima del dente perfetto e li facciamo saltare nell’olio crudo appena rimesso sul fuoco, bagnando con l’acqua di cottura. Grattugiamo sulla padella via dal fuoco tre diversi peperoncini congelati da freschi: un Habanero fulminante, un caldissimo Red Scorpio e un Anonimo Calabrese aromatico. Continuiamo a mantecare, terminando con la tradizionale e da molti odiata spruzzata di prezzemolo.

Arrotoliamo nei piatti e mandiamo in tavola con una bella bottiglia gelata di acqua frizzante.

aglio olio 08

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *