OK

Il Sabato del Villaggio | La Grande Pochezza

Data pubblicazione 08.03.2014
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
CONDIVIDI
#
Embè, non è che ci potessimo esimere. In questa settimana in cui le notizie più interessanti sono state il "Premio Nobel per la Gastronomia" a Massimo Bottura e il Premio Oscar per il film "La Grande Bellezza", che ormai hanno visto anche i neonati e i transottuagenarii.

Vista l'asfissia che ha colto i titolisti nel caso della lusinghiera affermazione del cuoco di Modena che nel cuor mi sta, vorrei dare il mio contributo per il riuso del titolo del film da Oscar, che dopo la buriana della prima settimana prevedibilmente sarà capitalizzato da editor di tutto il mondo italoparlante.

La Grande Monnezza - un quotidiano del Mezzogiorno tornerà sulla mai risolta questione dei rifiuti di Napoli, facendo il punto della drammatica situazione.

La Grande Mollezza - un quotidiano di interesse nazionale denunzierà la pigrizia dei giovini che, mortificati dalle condizioni del mercato del lavoro, smettono di cercare un'occupazione affossandosi sui divani dei genitori

La Grande Piattezza - una rivista padana pubblicherà un articolo agiografico sui valori della pianura, sulle tradizioni del Po, della ruvida autenticità delle popolazioni golenali

La Grande Schiettezza - un quotidiano politico racconterà di un anziano politologo che nel corso di un intervista, gliele ha cantate chiare alla classe dirigente italiana.

La Grande Rudezza - un trimestrale di nicchia dedicato alla caccia inneggerà ai valori veri e sani di una caccia sostenibile e del cameratismo di uomini rustici ma sinceri.

La Grande Vinazza - un noto blog specializzato in argomenti enologici tesserà le lodi del Vino del Contadino, unico vero prodotto della Madre Terra

La Grande Bovazza - un'associazione di agricoltori e allevatori intitolerà così, richiamando la traslitterazione dal dialettale "boassa", un convegno dedicato a tecniche di concimazione naturali & ancestrali

La Grande Bruttezza - Valerio M.Visintin titolerà così un caustico pamphlet in cui stigmatizzerà l'appiattimento estetico delle insegne dei locali milanesi, e biasimerà la sciattezza di molte vetrine di trattorie pizzerie e locali impiastrate degli adesivi delle più conosciute guide gastronomiche.

La Grande Bonazza - con questo titolo la RAI cercherà di rivitalizzare il moribondo concorso Miss Italia

La Grande Secchezza - così aprirà il quotidiano appuntamento con le previsioni del tempo di Canale5 annunciando "l'estate più calda degli ultimi seimila anni".

La Grande Finezza - è questo il titolo della pagina della cultura di un noto quotidiano nazionale, scelto per presentare l'opera prima di un oscuro romanziere del Gennargentu, che ci sorprenderà con la delicatezza dei suoi racconti, con la levità della sua scrittura, con la sottigliezza delle sue figure retoriche.

La Grande Bassezza - un articolo di fuoco su un noto periodico di sinistra esplora con vibrato sdegno il sottobosco della politica italiana, tra soprusi e burocrazia.

La Grande Crudezza - un noto blog che occasionalmente si occupa anche di cibo verga la lista definitiva dei 10 piatti di crudo nei migliori ristoranti di pesce italiani.

La Grande Durezza - un giornale simpatizzante la destra riprende in mano argomenti scottanti per chiedere al governo maggiore fermezza, cura certa per ogni male.

La Grande Dolcezza - un programma televisivo di cucina titola così un servizio dedicato alla pasticceria italiana, "scoprendo" Assante, Fusto, la Fanella ed altri.

La Grande Foltezza - è il richiamo di una campagna pubblicitaria di una nota azienda che produce articoli contro la caduta del capello

La Grande Fierezza - l'house organ di una squadra di calcio in lotta per la salvezza mette il luce il grande orgoglio della squadra di casa, recentemente sconfitta 5-1 da una major. Il gol della bandiera, un rigore al 94°: "Non ci siamo mai arresi"

La Grande Lentezza - Ancora un articolo livoroso sull'inefficienza delle Ferrovie dello Stato

La Grande Prodezza - Un parrocchiale del cilento racconta l'epica impresa di un ragazzo di San Fermiano degli Alburni che durante la Sagra del Polpo Fritto è riuscito a mangiare 86 polpi in otto minuti senza usare le mani.

la Grande Saggezza - è il subject di una mail che ha ricevuto un noto cuoco quando ha annunciato che la pianterà con la TV e tornerà in cucina. A cucinare.

COMMENTA

LEGGI ANCHE

Leggi tutto
#