OK

Ristorante Oinos, Torino

#
VOTO MEDIO
#
#
#
#
#
DI FABRIZIO ROYCH
Fabrizio-Roych
VOTO
6.3
Ristorante Oinos, Torino
CONDIVIDI
#
#
#
#
#
INFORMAZIONI
NOMI RISTORANTE OINOS
Chef VALENTINA GALLI
Indirizzo via della Rocca 39/g - Torino
Telefono 011.835084 - 320.4865127
Orari di apertura Pranzo e cena
Giorno di chiusura Mercoledì
Periodo di chiusura Variabile
E-Mail sirako@tiscali.it
Sito http://www.oinosrestaurant.it
Piatto forte Susciliano
Prezzo tre piatti 35-50
SCOPRI DOV'É

Per chi vuole sperimentare un incontro fra sicilianità e Oriente in quel di Torino


Per descrivere l'Oinos come merita, ci sarebbe bisogno di due recensioni. Una arrabbiata, e una soddisfatta. Ma visto che temperanza e sintesi sono pur sempre virtù, ci si stringe e si fa star dentro il tutto qua dentro. Da una parte cucina siciliana, dall'altra un'offerta nuova, intelligente e ben eseguita di sushi.

L'anima siciliana ci ha fornito una muddica villana, grassa, goliardica. Sul filo sdrucciolo tra il saporito e il salato. Il polpo al marsala ottimo di cottura ma, ancora, salato. La tagliata con piccolo e pallido tortino di patate, e dolci di prammatica. Cucina più che classica, ben presentata, ma con inciampi ai fornelli. Questa è l'ala del locale che sa ancora di vernice fresca, che deve ancora liberarsi degli affanni del rodaggio.

Il sushi invece è nelle mani del sushika del Kiki, celebrata precedente gestione del locale. Il matriagio con i siciliani gli ha contaminato maki, gunkan e nigiri con i sapori della Trinacria. Dunque, il susciliano. Cedroni ha un fremito ogni volta che si pronuncia susci senz'acca, ma prepararlo con tonno e caponata o cipolla caramellata, con ombrina e pesto trapanese, con crudo di fassona, è un'idea brillante supportata dalla tecnica. Il riso è perfetto, il taglio del sashimi impeccabile. I classici da ristorante giapponese sono in carta, ma è il caso di trascurarli per dar spazio all'incontro di Etna e Fuji sotto la corona alpina.

Il 70-80 percento dei clienti già si dedica al solo sushi. Il restante per lo più pesca dalle due carte. Ci puoi portare l'amico che non mangia il crudo, o che non si fida di ciò che non è strettamente autarchico. Potrebbe iniziare qua la scoperta delle nuove cucine.

Sala più che moderna, modaiola, con tavoli mini e ricerca di design. Con la musica a volume alto si rischia di qualificare l’Oinos quale locale dove il cibo ricerca più status che stomaco. Che errore! Subito un uramaki di susciliano per ristabilire meriti e prospettiva.

CONDIVIDI

LOCALI VICINI


 
#
COMMENTA

ABBIAMO CENATO QUI

#